Logo Ordine dei Giornalisti Emilia-Romagna

Corsi e seminari per la formazione professionale continua e iniziative.

ENTRA >

Un’originale antologia sulla prostituzione: Il mestiere più antico del mondo?

È uscito in occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne Il mestiere più antico del mondo?, un volume a più voci curato da Marilù Oliva, con la prefazione di Camilla Ghedini, dedicato alla prostituzione.
Un fenomeno complesso, spinoso, delicato filtrato dallo sguardo di autori diversi. Una materia multiforme declinata in quattordici racconti e un’intervista-inchiesta.
Oltre a Camilla Ghedini e Marilù Oliva, firmano le narrazioni Dacia Maraini, Maurizio De Giovanni, Romano De Marco, Alessandro Berselli, Sara Bilotti e Ilaria Palomba.
L’opera, pubblicata da Elliot Edizioni, ha il patrocinio di Telefono Rosa nazionale, a cui saranno interamente devoluti i proventi delle vendite.

“Il gatto rosso” di Luciano Ceschia. Un racconto doc con aneddoti divertenti

Si intitola Il gatto rosso. Tasi picio, te prego il nuovo libro di Luciano Ceschia edito da Mgs Press. Un racconto singolare e gradevole, arricchito da numerosi aneddoti, che ripercorre un periodo di storia del nostro Paese. Una narrazione lieve e penetrante filtrata dallo sguardo di “un giornalista che ha avuto la possibilità di incidere nel suo ambiente” (per una decina d’anni come segretario generale della Fnsi ma anche come direttore di varie testate) con un bilancio riassumibile in poche parole: “pur rispettando le regole, mi sono divertito”.
È possibile piegare la propria vita agli stessi principi che si applicano al buon giornalismo, cioè rispondere sempre alle domande chi, come, dove, quando, perché?
“Raccontare sessant’anni di professione, da precario a direttore, nella tua città, nella

Un racconto-verità sulla comunicazione istituzionale di Laura Trovellesi Cesana

Si addentra con spirito analitico fra le pieghe della comunicazione e dell’informazione istituzionale La fabbrica della democrazia. Come comunica(re) il Parlamento di Laura Trovellesi Cesana. Un saggio originale e disincantato, con la prefazione di Stefano Folli, edito da Guerini e Associati di Milano.
Il volume analizza le modalità comunicative istituzionali nel contesto contemporaneo della “Società dell’Informazione”.
L’autrice è una giornalista parlamentare di lunga è apprezzata carriera: ha lavorato per agenzie di stampa come Agi e Asca, per la Rai (Telecamere) e molti anni all’Ufficio stampa del Senato, ha una conoscenza non comune delle istituzioni per studi ed esperienza diretta.
L’analisi proposta tenta di rintracciare i significati autentici della comunicazione

Nosterchef: la buona cucina di Bologna messa in pagina da Mauro Bassini

È dedicato a un pubblico curioso di buongustai e appassionati di specialità culinarie doc il nuovo libro di Mauro Bassini pubblicato da Minerva Edizioni.
Il volume, intitolato con intelligente ironia Nosterchef. La buona cucina in 101 ristoranti e trattorie di Bologna e provincia, si apre con una bella prefazione di Giorgio Comaschi per poi proporre ai lettori indirizzi e recensioni per orientarsi tra le migliori tavole di Bologna e dintorni. Ristoranti, trattorie e osterie “da non perdere”, illustrati con maestria e autentico coinvolgimento da Mauro Bassini, giornalista e critico enogastronomico di lunga esperienza.
Nosterchef propone una selezione di 101 luoghi di ristoro del bolognese. È una sorta di guida ragionata che raccoglie un’ampia mappa di “location mangerecce”

La magia della provincia italiana rivive nei “racconti di vita” di Sergio Barducci

Si intitola Tra Levante e Ponente il singolare “collage” di racconti del giornalista e scrittore Sergio Barducci pubblicato da Minerva Edizioni di Bologna. Un volume insolito, che attraversa epoche, tradizioni, sensazioni, con una bella prefazione di Maurizio Costanzo.
Una narrazione elegante, minuziosa, in parte autobiografica che dipinge “il quadro di una provincia spesso invisibile ma sempre sorprendente”. Quella provincia che da piccola sa farsi grande per regalare storie straordinarie di vecchi pescatori “anonimi” ma anche di protagonisti famosi della vita culturale italiana.
Il libro ruota idealmente attorno al Porto Canale di Cesenatico, per secoli punto focale di importanti interessi economici e politici, virtuale spartiacque fra il mondo della tradizione e quello della modernità.

Nel segno del giallo: l’ultima indagine dell’ispettore Nic. Tornano Granini e Beccaria

Si intitola Il manipolatore l’ultimo episodio della collana di gialli scritti dalle giornaliste Argia Granini e Antonella Beccaria. Il filo conduttore, anche in questo caso, è offerto da un caso risolto dall’agenzia investigativa Eagle Keeper, fondata a Bologna da Ugo Vittori e specializzata nell’attività di contrasto alle frodi assicurative. Proprio da qui, dall’aggancio con la realtà, nasce una narrazione tecnicamente solida, priva di fronzoli fantasiosi o effetti indesiderati.
Il protagonista è sempre lui, Nicola Proietti, più conosciuto come Nic, insieme alla sua squadra di abili investigatori. L’ultimo caso mette Nic di fronte a un fatto di sangue. Si tratta di un omicidio dai contorni misteriosi, che sconvolge il tran tran quotidiano di una tranquilla cittadina di provincia. Tutto fa pensare a una vera e propria esecuzione.
Powered by Warp Theme Framework