Logo Ordine dei Giornalisti Emilia-Romagna

Corsi e seminari per la formazione professionale continua e iniziative.

ENTRA >

#digit15: due giorni dedicati al giornalismo digitale

Il 2 e 3 ottobre la Camera di commercio di Prato ospiterà #digit15, la quarta edizione della manifestazione dedicata al giornalismo online. Una due giorni di workshop e panel tematici sui temi (presenti e futuri) di principale interesse per la professione. All’insegna della convinzione che “Digitale è cultura”.
Dig.it è “l’unica manifestazione interamente dedicata al giornalismo digitale”, come si legge sul sito internet dedicato alla kermesse, che prevede 25 workshop, 2 panel, un evento e un premio per il giornalismo digitale.
L’edizione 2015 mira a costruire un diverso approccio culturale (e non tecnologico) che potrebbe essere la chiave di volta per

Festival Francescano a Bologna: tre giorni dedicati al “poverello” di Assisi con un evento Fpc dell’Ordine

È Piazza Maggiore (dove nel 1222 San Francesco tenne un’orazione contro la guerra) lo scenario del settimo Festival Francescano, in programma dal 25 al 27 settembre. Oltre 100 iniziative incentrate sul tema “sorella terra”, con ospiti prestigiosi come Massimo Cacciari, Romano Prodi, Alex Zanotelli, Pupi Avati, Roberto Balzani, Ivano Dionigi, Andrea Segrè e tanti altri. In calendario anche una “messa della terra” che combina stili musicali diversi con la voce di Amanda Sandrelli e proiezioni sulla facciata di San Petronio.
Un week end davvero ricco di appuntamenti. Sono previsti workshop, conferenze

A rischio le testate dehoniane. Solidarietà ai colleghi coinvolti

Di fronte alla situazione di grave difficoltà che sta attraversando il CED (Centro Editoriale Dehoniano), l’Ordine dei giornalisti dell’Emilia-Romagna è vicino ai giornalisti e ai lavoratori coinvolti, e ne condivide le forme di protesta, a partire dallo sciopero. L’atteggiamento dell’editore merita invece la più ferma condanna, già espressa peraltro dalle organizzazioni sindacali e dalla RSU.
Era stato indicato un percorso di possibile contrasto alla crisi in atto, ma l’azienda l’ha respinto senza reali motivazioni, proponendo addirittura una strategia di licenziamento “ad personam”. Insomma, quanto di meno etico ci si potesse aspettare, soprattutto da parte di quel genere di editore.

È scomparso Luciano Foglietta, decano dei giornalisti forlivesi

Avrebbe compiuto 93 anni a novembre Luciano Foglietta. Originario di Santa Sofia, è stato giornalista del Resto del Carlino, presso le redazioni di Forlì e Cesena (di cui fu il primo responsabile). Negli ultimi anni era corrispondente del suo amato giornale da Santa Sofia.
Nella lunga e stimabile carriera è stato punto di riferimento per i colleghi e i lettori della Romagna. Ma il suo impegno e la serietà professionale sono stati di esempio per tutta la stampa della regione. Foglietta è infatti il decano (per età anagrafica) dei giornalisti professionisti iscritti all’Ordine dell’Emilia-Romagna, che nel 2008 gli ha conferito la medaglia d’oro per i quarant’anni d’iscrizione

Inpgi: stabilito il calendario per le elezioni 2016

Il Consiglio di amministrazione dell’Inpgi ha indetto le elezioni 2016 per il rinnovo degli Organi Collegiali (Gestione principale e Gestione separata). La tornata elettorale si terrà nell’ultima settimana di febbraio 2016.
Questo il calendario fissato: lunedì 22, martedì 23 e mercoledì 24 febbraio dalle ore 8 alle 22 (ora italiana) gli iscritti potranno votare per via telematica, accedendo al sito dell’Inpgi attraverso un qualsiasi PC collegato a internet. Per chi, invece, preferirà esprimere il proprio voto presso il seggio elettorale della Circoscrizione di appartenenza, l’appuntamento è fissato per sabato 27 e domenica 28 febbraio, dalle ore 10 alle 20 (ora italiana).
Chi sceglie di esprimere il voto online, potrà

Partita la campagna antirazzista #nohatespeech

L’Associazione Carta di Roma, insieme a European Federation of Journalists e Articolo 21 e con l’adesione di Ordine dei Giornalisti, Federazione nazionale della stampa italiana e Usigrai, ha lanciato la campagna #nohatespeech. Ecco il testo.
Bannare i forsennati del cyber-razzismo, impedire la diffusione dell’odio non è solo un atto di responsabilità civile. È, per chi fa il giornalista, l’adempimento della regole-base della professione, quella che impone a tutti i giornalisti il dovere di restituire la verità sostanziale dei fatti.
L’Associazione Carta di Roma, attraverso un appello su change.org, chiede:
– AI GIORNALISTI di non restare passivi di fronte ai discorsi di odio.
Powered by Warp Theme Framework