Logo Ordine dei Giornalisti Emilia-Romagna

Corsi e seminari per la formazione professionale continua e iniziative.

ENTRA >

Giornaliste minacciate: la Cpo denuncia le intollerabili decisioni di Facebook

Il rifiuto di Facebook di rimuovere i post offensivi e intimidatori rivolti alla giornalista Benedetta Salsi del Carlino Reggio è “inaccettabile”. Lo dichiara con sconcerto e indignazione la Commissione Pari Opportunità della Federazione Nazionale della Stampa Italiana. Per la Cpo è assurdo che il social network continui a opporsi alle decisioni del giudice e declini la richiesta di eliminare i contenuti oltraggiosi e le minacce indirizzate alla collega reggiana.
Di fronte al decreto del giudice che l’8 marzo ha disposto l’oscuramento di due pagine di stampo islamista per i reati di minacce aggravate e diffamazione, il colosso di Mark Zuckerberg, senza alcuna motivazione, ha deciso di respingere la decisione e lasciare online le intimidazioni e le offese rivolte alla giornalista. Siamo alla “libertà di minacciare

Diritti umani e libertà di stampa: il caso Turchia. Se ne parla a Bologna

Violazione dei diritti umani in Turchia e ripercussioni in Europa, si intitola così il convegno promosso da GD (Giuristi Democratici) e Asgi (Associazione per gli Studi Giuridici sull’Immigrazione), con il patrocinio dell’Ordine giornalisti dell’Emilia-Romagna, che si terrà sabato 19 marzo (ore 14.30 – 18.30) al Circolo Ufficiali di Bologna in via Marsala 12.
Un incontro importante voluto per denunciare la gravissima situazione della Turchia e il contraddittorio rapporto con l’Europa, che purtroppo chiude gli occhi di fronte alle pesanti e continue violazioni della libertà di espressione, di stampa, di critica. Che, nel prendere accordi con il governo turco per le politiche migratorie, non tiene conto della profonda lesione di quei diritti

Addio Professor Eco! Un ricordo sentito nell’incisivo ritratto di Roberto Grandi

Ho incontrato Umberto Eco più di quarant’anni fa, quando iniziò la sua e la nostra avventura al Dams e, successivamente, a Scienze della Comunicazione all’Università di Bologna.
In questi anni è diventato quell’umanista enciclopedico in grado di scrivere trattati importanti e romanzi di successo che tutto il mondo ci invidia e che tutto il mondo ha pianto e commemorato.
Umberto Eco ha anche frequentato da protagonista il mondo dell’informazione sia come giornalista descrivendo con puntualità e ironia la cronaca e la storia dei nostri anni, sia come studioso dell’evoluzione del sistema dei media di massa.
L’approccio che Eco ha utilizzato è stato quello delineato fin dalla metà degli anni ‘60

Incarico per Responsabile del Servizio Informazione e comunicazione istituzionale

L’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna ha avviato la procedura per la nomina del Responsabile del Servizio Informazione e comunicazione istituzionale, per il quale è possibile inviare la propria candidatura rispondendo all’avviso esplorativo per manifestazione di interesse a ricoprire l’incarico pubblicato sul sito dell’Ente.
I requisiti richiesti sono il possesso del diploma di laurea (vecchio ordinamento) o laurea specialistica o magistrale (nuovo ordinamento) e l’iscrizione all’Ordine dei giornalisti.
Coloro che sono interessati possono inviare entro e non oltre le ore 12 del 30 marzo 2016 la domanda corredata dal Curriculum vitae in formato europeo debitamente

Professione Giornalista: un festival ideato da quattro giornalisti freelance

Si terrà giovedì 17, venerdì 18 e sabato 19 marzo a Bologna, tra i Quartieri Santo Stefano e San Vitale, la prima edizione di Professione Giornalista, festival rivolto a chi opera nel settore dell’informazione ma aperto alla città, con un programma di 40 incontri tra workshop tematici, seminari, corsi di formazione per giornalisti e giornaliste, speaker corner.
L’ampia rassegna intende offrire strumenti a chi si avvicina al mercato del lavoro, a chi vuole rientrarvi e a chi vuole reinventarsi. Vedrà la partecipazione di relatori, speaker, giornalisti, blogger e studiosi di comunicazione con una tavola rotonda conclusiva sul rapporto tra giornalisti e lettori e su quale reputazione e credibilità abbia oggi l’informazione.

Vania De Luca è presidente nazionale Ucsi. Eletti anche 4 emiliano-romagnoli

È Vania De Luca la nuova presidente dell’Unione cattolica stampa italiana (Ucsi). È stata eletta ad ampia maggioranza dai delegati riuniti a Matera dal 3 al 6 marzo per il XIX Congresso nazionale dell’associazione.
Giornalista vaticanista di Rainews24, Vania De Luca succede ad Andrea Melodia ed è la prima donna presidente dell’Ucsi in quasi sessant’anni di storia dell’unione dei giornalisti cattolici.
Dall’appuntamento congressuale di Matera esce rafforzata la presenza dell’Ucsi Emilia-Romagna all’interno degli organismi nazionali. Francesco Rossi e Gabriella Zucchi, entrambi di Bologna, rispettivamente redattore dell’Agenzia Sir e capo ufficio stampa del Centro Editoriale Dehoniano, sono stati eletti in Consiglio
Powered by Warp Theme Framework