Logo Ordine dei Giornalisti Emilia-Romagna

Corsi e seminari per la formazione professionale continua e iniziative.

ENTRA >

Libertà di stampa e querele: è attivo lo Sportello Legale di Ossigeno

In pochi mesi è diventato punto di riferimento per giornalisti e blogger colpiti da accuse pretestuose. Coordinato dagli avvocati Andrea Di Pietro e Valerio Vartolo, lo Sportello Legale di Ossigeno per l’Informazione rappresenta un reale supporto per i cronisti che non dispongono di adeguate risorse personali né del sostegno di editori disposti ad aiutarli per difendersi dalle tante, troppe querele pretestuose e da altre iniziative giudiziarie strumentali.
Lo Sportello è nato da un accordo fra Ossigeno e Mldi (Media Legal Defence Iniziative), una organizzazione non governativa londinese che aiuta giornalisti, blogger e cronisti indipendenti di tutto il mondo a difendere i loro diritti. E giorno dopo giorno dimostra quanto sia necessario

Lavoro, legalità, giustizia: temi caldi della “48ore” per la libertà di stampa

“La battaglia per la libertà dei giornalisti è assolutamente necessaria. E affermare la libertà di stampa e la libertà di espressione, il diritto di cronaca e il diritto di informare correttamente i cittadini significa rafforzare la battaglia anche per i diritti di natura economica dei giornalisti”. Con queste parole il segretario generale della Fnsi Raffaele Lorusso ha siglato la chiusura del convegno Lavoro, legalità e giustizia per la libertà di stampa, organizzato a Reggio Calabria in occasione della XXIII Giornata mondiale della libertà di stampa (3 maggio).
Lorusso ha spiegato che “non ci può essere una professione alla quale non corrisponda il riconoscimento economico significativo, in ragione del ruolo e del decoro che quella professione ha all’interno della società”. Per questo “bisogna rafforzare le battaglie

Addio Maurizio Filipucci, “papà” del Monumento alla Libertà di Stampa

Se n’è andato prematuramente l’ex sindaco di Conselice Maurizio Filipucci: “un uomo perbene, un amico dei giornalisti ma soprattutto una sentinella della democrazia”. Lo ricorda con queste parole la presidente dell’Aser Serena Bersani sottolineando che proprio lui – insieme al Sindacato dei giornalisti regionale e nazionale – realizzò la costruzione del Monumento alla Libertà di Stampa della cittadina ravennate: l’unico di questo genere esistente in Italia.
Filipucci è mancato pochi giorni dopo il 71° anniversario della Liberazione, che ha visto la rimessa in funzione della “pedalina” con cui venivano stampati clandestinamente i fogli antifascisti durante la seconda guerra mondiale. Una pedalina storica, carica di memorie, “cuore” del Monumento alla Libertà di Stampa: simbolo delle battaglie

Libertà di stampa: l’Italia scende al 77esimo posto nella classifica 2016 di RsF

N’attendez pas qu’on vous prive de l’information pour la défendre! (Non aspettate di essere privati dell’informazione per difenderla!). È questo lo spirito che guida Reporters sans Frontières ma, anno dopo, la classifica che registra la “temperatura” della libertà di stampa nel mondo rileva nuove cadute e sconfitte.
L’Italia perde altri 4 “punti” nella graduatoria di RsF 2016 e scivola dalla 73esima posizione dell’anno scorso alla 77esima. Fanalino di coda in Europa, (che comunque rimane l’area in cui c’è maggiore tutela dei giornalisti), è seguita solo da Cipro (81esimo), Grecia (89esima) e Bulgaria (113esima).
Complessivamente la classifica stilata ogni anno dall’organizzazione internazionale su 180 paesi evidenzia un generale

AUT/AUT 2016: cibo e legalità al centro del festival regionale contro le mafie

Cinque giorni consacrati alla cultura del diritto e della legalità. È questa la proposta di AUT/AUT, il Festival regionale contro le mafie che dal 4 all’8 maggio toccherà 8 Comuni delle province di Bologna e Modena con un ricco programma di eventi dedicati a “Cibo e legalità”.
Una rassegna singolare, giunta alla quinta edizione, che quest’anno ha avuto il patrocinio ufficiale dell’Ordine giornalisti dell’Emilia-Romagna. Una manifestazione che intende diffondere la cultura della legalità e del “giusto senso civico” per creare quegli “anticorpi” che possono aiutare i cittadini a contrastare i fenomeni mafiosi.
AUT/AUT 2016 si occupa degli intrecci tra cibo e legalità e lo fa utilizzando linguaggi, strumenti e modalità di relazione differenti: convegni, corsi, laboratori, performances

Libertà di informazione e diffamazione: un equilibrio complesso e rischioso

Diritto di critica e di cronaca e reato di diffamazione: un equilibrio difficile che il giornalista deve ricercare ogni giorno rischiando di dover far fronte a denunce spesso senza alcuna tutela legale. Un tema più che mai attuale (in Parlamento si sta ancora discutendo la riforma della legge), al centro del corso Fpc che si è svolto a Modena l’8 aprile scorso, organizzato dall’Associazione stampa modenese. Un corso di 4 ore (con crediti Odg) a cui hanno partecipato tre relatori di alto livello e una platea gremita di colleghi provenienti da varie città della regione.
Dopo l’introduzione del presidente dell’Odg Emilia-Romagna Antonio Farnè, sono intervenuti il colonnello dell’Arma dei carabinieri Domenico Cristaldi, comandante del Reparto operativo speciale di Modena
Powered by Warp Theme Framework