Logo Ordine dei Giornalisti Emilia-Romagna

Corsi e seminari per la formazione professionale continua e iniziative.

ENTRA >

Ex allievi della Scuola di Giornalismo di Bologna al rinato Corriere Elbano

Per un giornalista riuscire a ottenere un posto fisso, non sempre, vuol dire sentirsi realizzato professionalmente, anche se si tratta di un impiego come addetto stampa in un importante ente pubblico nazionale. Il tempo indeterminato, infatti, da una parte ti dà l’opportunità di raggiungere le “marchette” per la pensione, semmai la nostra generazione ne avrà una, dall’altra crea una sorta di blocco dello scrittore. Perché, che tu produca o meno, l’importante è timbrare il cartellino e raggiungere lo stipendio a fine mese. Questo è il motivo principale che mi ha spinto a licenziarmi e a rimettermi sul mercato, nonostante abbia raggiunto i miei primi 40 anni. In quanto aspiro, come ogni essere umano libero

Eletti Inpgi: Naccari, Zurlini e Cascella in Consiglio, Testi Sindaco supplente

Tra i 50 componenti del Consiglio generale dell’Inpgi in rappresentanza dei giornalisti attivi sono risultati eletti in Emilia-Romagna i colleghi Matteo Naccari del Resto del Carlino-QN con 123 voti e Gianluca Zurlini della Gazzetta di Parma con 84 voti.
Hanno riportato voti anche i colleghi: Barbara Galzigna (71), Paolo Facciotto (52), Luigi Marcucci (40), Gabriele Testi (40), Claudio Visani (39), Arturo Rizzoli (15), Alessandro Stefanini (7).
Tra i 10 componenti del Consiglio generale in rappresentanza dei giornalisti titolari di pensione diretta è risultata eletta la collega Paola Cascella con 707 voti, seconda più votata dopo Mario Antolini del Lazio.
Per il collegio unico dei sindaci è risultato eletto come supplente Gabriele Testi

Il nuovo direttore di Rai Sport è Gabriele Romagnoli, una firma nota e apprezzata

C’è un pezzo di Bologna sulla tolda di comando dell’ammiraglia sportiva del servizio pubblico.
È bolognese, infatti, il nuovo direttore di Rai Sport. Ed è anche iscritto al nostro Ordine, come professionista, dal 1990. Si chiama Gabriele Romagnoli, una firma che molti di noi hanno conosciuto e apprezzato in questi ultimi anni.
Nato nel 1960, Gabriele oltre a essere giornalista è anche scrittore. La sua carriera professionale è la sintesi migliore delle sue innegabili capacità.
Esordisce nel 1987 con il racconto Undici calciatori, che pubblica all’interno della raccolta Giovani Blues. Il suo primo libro Navi in bottiglia,101 microracconti

#IoNonStoZitta: una iniziativa-denuncia della CPO/Fnsi

Lunedì 7 marzo (ore 10.30 – 13.30) la Commissione Pari Opportunità della Fnsi, in collaborazione con Amnesty International, Articolo 21, Cpo Usigrai, GiULiA, Gruppo di lavoro pari opportunità Ordine dei Giornalisti, Italians for Darfur, Ossigeno per l’Informazione e Rsf Italia organizza #IoNonStoZitta, incontro con le croniste minacciate per la libertà d’informazione.
“Sono almeno 53 le giornaliste che nel 2015 hanno subito minacce, nelle più svariate forme, a causa del loro lavoro. È il dato – osserva la Cpo Fnsi – che si ricava dall’Osservatorio di Ossigeno per l’Informazione. Minacce di morte, aggressioni, avvertimenti, lettere minatorie, attacchi hacker, minacce sui social network, insulti, telefonate minatorie, stalking

Aperto il XIX congresso dell’Ucsi con focus sulle nuove sfide del giornalismo

È Matera la città ospite del XIX congresso dell’Unione cattolica stampa italiana (Ucsi), che porterà al rinnovo della dirigenza nazionale dell’associazione.
Un meeting di quattro giorni (3 – 6 marzo), presieduto dall’attuale presidente nazionale Andrea Melodia, che prevede numerosi interventi e il convegno pubblico Le sfide del giornalismo al tempo di Francesco (5 marzo). Un tema scelto come filo conduttore di tutto il congresso per stimolare l’incontro, il dialogo, il confronto tra i partecipanti e interrogarsi sul “ruolo sociale” dell’informazione. Perché “la costruzione del bene comune e della giustizia sociale richiedono una informazione corretta e credibile, fatta di denunce doverose, di senso alto e nobile

Comunicato del Consiglio di disciplina territoriale dell’Emilia-Romagna

Il sito dell’Associazione Stampa dell’Emilia-Romagna e alcuni mezzi di comunicazione hanno diffuso la notizia della sanzione (2 mesi di sospensione) inflitta dal Consiglio di disciplina (Collegio n.3) al direttore della Voce di Romagna Raimondo Baldoni. Ciò è accaduto mentre è in corso il lavoro di aggiornamento della sezione relativa ai provvedimenti disciplinari, per uniformare i criteri di divulgazione di tutti i provvedimenti adottati dai vari Collegi.
Di fronte a questa situazione i componenti del Collegio giudicante (Claudio Santini, Valeria Cicala, Roberto Olivieri) ritengono di emettere un comunicato, secondo i criteri già esplicitati nella sezione provvedimenti disciplinari di Giornalisti online.
Powered by Warp Theme Framework