Logo Ordine dei Giornalisti Emilia-Romagna

Corsi e seminari per la formazione professionale continua e iniziative.

ENTRA >

Parcheggio a 5 euro per i giornalisti che seguono i lavori del processo Aemilia

Rispondendo a un’esplicita richiesta del presidente dell’Ordine giornalisti Emilia-Romagna Antonio Farnè, BolognaFiere ha stabilito un prezzo agevolato per il posteggio auto dei giornalisti impegnati al processo Aemilia.
Dalla prossima udienza di mercoledì 4 novembre 2015 e per tutte le sedute dell’udienza preliminare del processo che si svolgeranno presso la sede di BolognaFiere, il parcheggio custodito di Piazza Costituzione sarà utilizzabile dai colleghi, per tutto il giorno, al costo di soli 5 euro (anziché 12 euro) dietro la semplice presentazione del tesserino di iscrizione all’Ordine dei giornalisti.

Il Cnog alla Commissione Cultura della Camera. Attenzione alla precarietà!

Il Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti è stato ascoltato in audizione informale dalla Commissione Cultura della Camera dei Deputati nell’ambito dell’esame delle proposte di legge concernenti l’istituzione del Fondo per il pluralismo e l’innovazione dell’informazione e deleghe al Governo per la ridefinizione del sostegno pubblico all’editoria. Come è noto, nelle proposte legislative è prevista anche la delega per “razionalizzare la composizione e le attribuzioni del Consiglio nazionale”, i cui consiglieri verrebbero ridotti a 18.
Il Presidente Enzo Iacopino, accompagnato dal Direttore Ennio Bartolotta, ha esposto le motivazioni di ordine giuridico e tecnico-organizzative che rendono impossibile

“Pasolini giornalista”: ultimo appuntamento l’11 dicembre al Lumière

Con Pasolini poeta civile (artista, intellettuale e giornalista) si chiude il ciclo di incontri dedicato a Pier Paolo Pasolini. Venerdì 11 dicembre dalle 9.30, al cinema Lumière di via Azzo Gardino 65, verranno esaminati vari aspetti della figura del poliedrico artista.
In apertura Roberto Chiesi con Un intellettuale a tutto campo parlerà della grande versatilità culturale di Pasolini che fu regista, romanziere, poeta, traduttore, saggista, sceneggiatore, drammaturgo ma anche autore di canzoni (che scrisse da solo o in collaborazione con Sergio Endrigo, Domenico Modugno, Dacia Maraini).
Pasolini nacque a Bologna il 5 marzo 1922

Tutte le novità su Jobs act e lavoro giornalistico. Il testo della circolare Fnsi

Ecco cosa cambia con l’entrata in vigore dei decreti attuativi del Jobs act in materia di lavoro giornalistico.
Gli ultimi decreti attuativi della riforma del lavoro del ministro Poletti introducono importanti novità in materia di lavoro subordinato che riguardano, entro i limiti fissati dal contratto nazionale di lavoro, anche i giornalisti. Dal controllo a distanza dell’attività lavorativa alla cessione dei riposi e delle ferie, dai contratti a termine al lavoro a tempo parziale.
Ecco cosa dicono i nuovi testi del Jobs act.
Novità anche per i giornalisti con rapporto di lavoro autonomo in caso di assunzioni con contratto da dipendente a tempo indeterminato.

Armati di penna: battaglie quotidiane di giornalisti minacciati

Libera Bologna propone un appuntamento sulle “minacce ai giornalisti in tutte le loro possibili declinazioni, con un occhio speciale a quelle di stampo mafioso”.
L’incontro è dedicato a Santo Della Volpe e si terrà a Bologna il 9 dicembre alle ore 17 nella Sala Armi di Palazzo Malvezzi (via Zamboni 22).
Saranno coinvolti diversi giornalisti che racconteranno le loro storie personali e forniranno uno spaccato dell’attuale situazione italiana.
Aprirà i lavori Antonio Farnè, presidente dell’Ordine giornalisti Emilia-Romagna.
Sono previsti gli interventi di Giuseppe Baldessarro (giornalista di Repubblica

Vindica te tibi di Michele Cassetta porta la comunicazione in teatro

“È possibile migliorare la comunicazione perché da questa dipende la qualità della nostra vita”. E allora, Vindica te tibi (Riprenditi te stesso). Lo diceva Seneca, lo afferma il titolo della conferenza-spettacolo scritta e condotta dal collega Michele Cassetta, in scena martedì 1 dicembre (ore 21) al Teatro Duse di Bologna.
Un racconto teatrale con musiche dal vivo di Gianluca Petrella (definito il miglior trombonista jazz al mondo) che porta sul palcoscenico “la comunicazione con gli altri e con se stessi”. Fra riflessioni e singolari momenti musicali consegna un messaggio: “Non è possibile non comunicare. E allora è meglio imparare a farlo in modo efficace”.
Powered by Warp Theme Framework