Logo Ordine dei Giornalisti Emilia-Romagna

Corsi e seminari per la formazione professionale continua e iniziative.

ENTRA >

Si è spento Annibale Persiani, stimato pioniere della tv privata

Grave lutto nel mondo dell’emittenza televisiva dell’Emilia-Romagna.
All’età di 86 anni è scomparso Annibale Persiani, fondatore nel 1973 di Teleromagna.
Fu un pioniere dell’emittenza televisiva privata, uno dei primi in Italia a cogliere le innumerevoli opportunità offerte da quello specifico settore.
Persiani accompagnò anche negli anni successivi lo sviluppo e la positiva affermazione sul mercato di Teleromagna, diventata una delle tv locali di maggiore popolarità.
A tutta la redazione di Teleromagna va il sincero cordoglio dell’Ordine Giornalisti dell’Emilia-Romagna.

2015: un anno nero. 521 giornalisti minacciati in Italia, 110 uccisi nel mondo

I dati di Ossigeno per l’Informazione e Reporter sans Frontières consegnano un “bollettino nero” per la libertà di stampa.
Nel 2015 sono stati 521 i giornalisti e i blogger italiani vittime di intimidazioni, minacce e abusi di cui Ossigeno per l’Informazione ha dato notizia. Questo conferma che, in Italia, il lavoro dei giornalisti che si occupano di informazioni “scomode” è ancora altamente rischioso. A fine anno Ossigeno ha segnalato minacce e intimidazioni nei confronti di 49 giornalisti, blogger, fotoreporter, videoperatori, direttori di testata, editori. Ma in maggio – secondo dati di Repubblica – erano già fra i 30 e i 50 i giornalisti protetti dalle forze dell’ordine

“Manovra” Casagit: le nuove disposizioni in vigore dall’1 gennaio 2016

Col nuovo anno saranno applicate le regole stabilite dalla recente “manovra” Casagit. Ecco le ragioni, la strategia, le misure e gli effetti previsti dal “nuovo corso”.
Le ragioni
Le difficoltà del settore sono sotto gli occhi di tutti – sempre meno giornalisti contrattualizzati, sempre minori retribuzioni – e hanno inevitabilmente pesanti riflessi sugli enti di categoria. Per Casagit si prevede una riduzione delle entrate per contribuzioni, che scenderanno dagli 81,1 milioni del 2015 ai 78,3 milioni nel 2020. Per contro, i costi (prestazioni e gestione) saliranno dagli 83,8 milioni del 2015 ai 88,1 milioni del 2020. Di conseguenza, il

Addio Mister Rally! È scomparso Paolo Mandini, un collega etico e versatile

Era conosciuto da tutti come l’assessore della Spal. Un automatismo spontaneo quello di associarlo ai colori biancoazzurri, vista la sua passione per la gloriosa squadra della città estense e il ruolo di assessore allo sport ricoperto a più riprese che lo portò ad occuparsi di calcio anche dal punto di vista politico-amministrativo. Ferrara è in lutto per la scomparsa di Paolo Mandini, personaggio poliedrico, dai tanti interessi, che lo portarono a spaziare dalla politica alla cooperazione, dallo sport al giornalismo.
Paolo ci ha lasciati a 72 anni e con lui cala il sipario su una vita sempre trascorsa in primo piano. Gli esordi in politica nella Fgci, poi gli incarichi nella giunta comunale

Stefano Carini è il nuovo direttore del quotidiano piacentino Libertà

Libertà ha un nuovo direttore. È Stefano Carini, che dal primo gennaio ha assunto la guida della storica testata di Piacenza.
Ha iniziato come collaboratore del quotidiano di via Benedettine per poi diventare redattore, vice-caposervizio del settore sport, vice-caporedattore e, fino a oggi, caporedattore.
Ha intrecciato in modo profondo l’attività giornalistica con le vicende di vita personale, la grande passione per il calcio, la corsa e l’attività sportiva.
Un lungo cammino che lo ha portato alla direzione del quotidiano piacentino al posto di Gaetano Rizzuto, in pensione dal 31 dicembre 2015.

È scomparso Lamberto Trezzini: giornalista, docente, uomo di teatro

Aveva 85 anni Lamberto Trezzini, professore al Dams di Bologna e per tanti anni responsabile scientifico del Centro teatrale universitario “La Soffitta”.
Laziale di Vicovaro, era iscritto all’Ordine dei giornalisti dal 1963. Nel 1965 aveva ricoperto la carica di segretario generale del Teatro Comunale e l’anno successivo aveva pubblicato Due secoli di vita musicale. Storia del Teatro comunale di Bologna (ristampato nel 1987), un testo ancora di fondamentale importanza per la storia dell’istituzione lirica.
Era stato anche sovrintendente alla Fenice di Venezia. Ma la maggior parte della sua vita professionale l’aveva trascorsa fra le aule del Dams, poi Dipartimento di Musica e
Powered by Warp Theme Framework