Logo Ordine dei Giornalisti Emilia-Romagna

Corsi e seminari per la formazione professionale continua e iniziative.

ENTRA >

Premio nazionale per giornalisti professionisti Salvatore Cambosu

Seconda edizione del concorso letterario nazionale Salvatore Cambosu, indetto dall’omonima Fondazione per “promuovere, realizzare e sostenere ogni iniziativa volta a stimolare la lettura, la conoscenza e la ricerca relative alle opere e al pensiero di Salvatore Cambosu”. Il termine ultimo per la partecipazione è il 27 dicembre 2015.
Il premio è riservato ai giornalisti professionisti e si articola in due sezioni:
a) opera narrativa (romanzo, raccolta di racconti) edita in data successiva al 31 gennaio 2015;
b) reportage giornalistico inedito relativo a immagini, tradizioni, luoghi finora taciuti, sconosciuti o poco conosciuti al vasto

Tre premi in scadenza fra ottobre e novembre

Settima edizione del Premio giornalistico “Amerigo” rivolto a giornalisti professionisti e pubblicisti che abbiano contribuito a una migliore conoscenza della società e della cultura statunitense nel nostro Paese.
Istituito dall’Associazione Amerigo, il concorso si articola in otto sezioni: agenzie giornalistiche, quotidiani, periodici, radio, televisione, fotografia, siti web, social network (Twitter). Sono inoltre previsti altri tre premi: Under 35, Europa e Speciale.
Per partecipare occorre compilare la scheda di segnalazione da inviare entro il 31 ottobre 2015 via mail a premioamerigo@associazioneamerigo.it.
Info e bando sul sito www.associazioneamerigo.it/home.jsp.

Concorso nazionale per il giornalismo d’inchiesta

Al via la quarta edizione del Premio “Gruppo dello Zuccherificio” per il giornalismo d’inchiesta dedicato alle inchieste realizzate sul territorio nazionale nel 2014-2015, inedite o diffuse tramite carta stampata, internet e nuovi media.
Il concorso è indetto dal “Gruppo dello Zuccherificio”, in collaborazione con il Comune di Ravenna, LiberaInformazione, AltrEconomia e Articolo 21 e prevede due sezioni.
Premio Giovani: riservato alle inchieste realizzate da giovani di età inferiore ai 25 anni, su tutto il territorio nazionale.
Premio Nazionale: riservato alle inchieste riguardanti l’intero territorio nazionale realizzate da autori che abbiano superato il venticinquesimo anno al 30 luglio 2015.

Premio giornalistico “Gianluca Perdoni”

Con il patrocinio dell’Ordine Giornalisti dell’Emilia-Romagna (e per iniziativa della moglie Silvia Tiozzo) viene bandita la prima edizione del premio intitolato alla memoria di Gianluca Perdoni, giornalista professionista piacentino scomparso il 9 aprile 2014 all’età di 44 anni.
Il Premio è istituito con lo scopo di stimolare i giovani giornalisti impegnati nelle redazioni dei giornalini scolastici di Piacenza e provincia su tematiche di diverso genere. Vuole essere un omaggio allo stile e al modo che Gianluca Perdoni aveva nel praticare questa professione con competenza, rigore, sintesi, completezza di contenuti, chiarezza di linguaggio, capacità di ricerca.

Concorsi giornalistici in scadenza ad agosto

Scade il 12 agosto, anniversario della strage di Sant’Anna di Stazzema, il termine per partecipare al premio “Giustizia e verità – Franco Giustolisi”, indetto dal Comune di Stazzema per premiare il giornalismo d’inchiesta e ricordare la memoria del collega scomparso lo scorso novembre che di Stazzema era cittadino onorario.
L’obiettivo è promuovere la cultura del giornalismo d’inchiesta tra i giovani cronisti.
Al concorso si può partecipare con un’inchiesta giornalistica sul tema della verità, della giustizia e della pace comunque realizzata e pubblicata (televisione, radio, giornali, libro, web) a partire dal 12 novembre 2014.

Due premi in scadenza a luglio: Frascaro per il giornalismo d’inchiesta e Inviato speciale Borzicchi

C’è tempo fino al 15 luglio per partecipare al Premio Michele Frascaro per il giornalismo d’inchiesta e la contro-informazione, riservato a inchieste (edite e inedite) dedicate alla Puglia.
Frascaro era un giornalista nato e cresciuto nel sud del Salento che agli inizi del 2000, prima nelle aule del seminterrato dell’ateneo del Salento, poi in una sede autonoma, ha costruito un progetto di comunicazione e controinformazione politica e sociale su ciò che accadeva e accade tuttora in Puglia: inizialmente RadioPaz, una delle prime web radio locali che raccontava soprattutto l’esperienza dei movimenti no global e, dopo, la rivista L’Impaziente.
Powered by Warp Theme Framework