Logo Ordine dei Giornalisti Emilia-Romagna

Corsi e seminari per la formazione professionale continua e iniziative.

ENTRA >

Slider Primo Piano

Consulta dei Presidenti e Vicepresidenti degli OdG Regionali. Per la Revisione degli Albi dell’Ordine un nuovo punto di riferimento: la formazione e i crediti

Come tutti gli anni, il Consiglio dell’Ordine deve svolgere, secondo l’art. 41 della legge n. 69 del 1963 (legge che regola l’ordinamento della professione giornalistica), la “Revisione degli Albi” per constatare le eventuali inattività degli iscritti, sia giornalisti professionisti che giornalisti pubblicisti, come ribadito anche dall’art. 30 del D.P.R. n. 115 del 1965 che recita al primo comma: “Il Consiglio Regionale o Interregionale provvede alla tenuta dell’Albo e deve almeno ogni anno curarne la revisione”. Dell’argomento si è discusso nella riunione della Consulta dei Presidenti e Vicepresidenti tenutasi a Roma nella sede dell’Ordine Nazionale il 7 maggio 2019. Leggi tutto

Finalissima del concorso Il giornale e i giornalismi nelle scuole 2019. Studenti di tutta Italia e giornalini scolastici premiati a Cesena dall’OdG nazionale

La cerimonia di premiazione del concorso Il giornale e i giornalismi nelle scuole, promosso dal Consiglio nazionale dell’Ordine dei Giornalisti, si è tenuta la settimana scorsa a Cesena alla presenza di circa 700 studenti e insegnanti provenienti da tutta Italia. Il premio è nato sedici anni fa quale strumento d’arricchimento informativo-comunicativo e di modernizzazione del linguaggio. Grazie alla collaborazione della Amministrazione comunale di Cesena, e al lavoro del consigliere regionale dell’Ordine Michelangelo Bucci, i due appuntamenti finali del concorso 2019 sono stati ospitati dalla città romagnola per il quarto anno consecutivo. Leggi tutto

Dalle pagine del quotidiano Libero una pessima prova di giornalismo. Le persone vanno rispettate, sempre, anche nel dissenso. La nostra deontologia è chiara e va seguita

Ancora una volta Libero scrive una (prima) pagina raccapricciante di “giornalismo”. E ancora una volta se la prende con uno dei suoi obiettivi preferiti, insieme a immigrati e omosessuali: le donne. A farne le spese, stavolta, è Greta Thunberg, la giovane attivista svedese che ha ispirato milioni di ragazzi, scesi in piazza in tutto il mondo contro il cambiamento climatico. Ma per Libero Greta è una “rompiballe”, come è stata definita nel titolo d’apertura del 18 aprile in occasione dell’incontro della ragazza col Papa. Leggi tutto

13 marzo 1979: attentato alla sede bolognese del Sindacato stampa e tragica morte di Graziella Fava. 40 anni dopo la testimonianza critica di Claudio Santini

Il fumo che seguì l’incendio per terrorismo all’Assostampa di Bologna il 13 marzo 1979 non asfissiò solo la sventurata Graziella Fava, ma tolse il respiro al desiderio di verità, oscurò l’inchiesta sugli esecutori e sui mandanti di quell’assurdo e tragico “atto politico”. L’indagine giudiziaria infatti fu soffocata da altri drammatici eventi che percorsero la nostra vita nazionale e locale e si concluse con una sconcertante archiviazione “perché ignoti gli autori del reato”. Nessun colpevole, nessuna chiarezza, dunque, solo nebbia. Leggi tutto

Documento di un gruppo di iscritti al Gergs

Riceviamo e volentieri pubblichiamo il seguente documento firmato da alcuni colleghi iscritti al Gruppo emiliano romagnolo giornalisti sportivi (Gergs).

La situazione dei media in Italia è critica da tempo. Le ragioni esterne sono molteplici, quelle interne sono legate anche al fatto che i numeri degli appartenenti alla categoria dei giornalisti sono troppo alti per la condizione di mercato e la nostra autorevolezza è spalmata su troppi organismi per essere credibile fino in fondo.
La stampa sportiva è organizzata in un gruppo di specializzazione, l’Ussi, affiliato a Federstampa.
Essendo più ridotte le redazioni, e considerando che il lavoro è per lo più

Si è spento Annibale Persiani, stimato pioniere della tv privata

Grave lutto nel mondo dell’emittenza televisiva dell’Emilia-Romagna.
All’età di 86 anni è scomparso Annibale Persiani, fondatore nel 1973 di Teleromagna.
Fu un pioniere dell’emittenza televisiva privata, uno dei primi in Italia a cogliere le innumerevoli opportunità offerte da quello specifico settore.
Persiani accompagnò anche negli anni successivi lo sviluppo e la positiva affermazione sul mercato di Teleromagna, diventata una delle tv locali di maggiore popolarità.
A tutta la redazione di Teleromagna va il sincero cordoglio dell’Ordine Giornalisti dell’Emilia-Romagna.

Concorso giornalistico Roberto Morrione. Scadenza prorogata di una settimana

Al via la quinta edizione del Premio Roberto Morrione. Un’importante occasione per i giornalisti under 31 con la passione per l’inchiesta. Novità dell’edizione 2016 è l’apertura a una nuova categoria, quella del webdoc d’inchiesta, che si aggiunge alla categoria video-inchiesta.
Il termine per la consegna dei progetti è prorogato al 27 gennaio 2016. I lavori selezionati saranno resi noti la prima settimana di marzo 2016.
Rainews24 diffonderà le inchieste vincitrici.
Il concorso è promosso dall’associazione Amici di Roberto Morrione e dedicato alla memoria e all’impegno civile, sociale, professionale del giornalista Rai fondatore

La tragica vicenda di Willy nel racconto noir di Nicola Bianchi e Giacomo Battara

Si intitola Storia di Willy e di Valeriano Forzati presunto colpevole il toccante libro scritto a quattro mani da Nicola Bianchi, vice caposervizio del Carlino Ferrara, e dallo scrittore Giacomo Battara.
Il volume, pubblicato da Minerva Edizioni e basato interamente su atti di processi conclusi, narra la dolorosa vicenda di Willy assassinato nell’autunno del 1988. È il 30 settembre. Lungo l’argine del Po di Goro, al confine tra Basso Ferrarese e Veneto, viene trovato il corpo senza vita di Vilfrido Luciano Branchi, per tutti Willy. È nudo, accanto spunta il solo portafogli con la carta d’identità. È immerso in una pozza di sangue all’altezza della testa martoriata da diversi

Ok del Cnog all’unificazione delle carte. Varato il “Testo unico” di deontologia

Il Consiglio nazionale dell’Ordine dei Giornalisti ha approvato il Testo unico dei doveri del giornalista. Redatto in collaborazione con l’Osservatorio sulla deontologia, il “Testo” «è nato dall’esigenza di armonizzare i precedenti documenti deontologici per favorire una maggiore chiarezza di interpretazione e facilitare l’applicazione di tutte le norme, la cui inosservanza può determinare la responsabilità disciplinare dell’iscritto all’Ordine».
Entrerà in vigore il 3 febbraio 2016 ed è già consultabile sul sito del Cnog.
I procedimenti disciplinari avviati prima di questa data «sono definiti mantenendo il riferimento ai precedenti documenti

Le surreali, suggestive e poetiche “chiese scomparse” di Domenico Segna

Giornalista, vicecaporedattore dei Martedì del Centro San Domenico e docente dello Studio filosofico domenicano di Bologna, Domenico Segna “ha raccolto le sue poesie all’ombra di un silenzio che invita a pensare, ricordare, consacrare il tempo, muovere le labbra e poi, di nuovo, tacere”.
Il piccolo e prezioso volume Le chiese scomparse (Con-fine Edizioni) è infatti un viaggio a ritroso, razionale e sentimentale, alla ricerca di un tempo perduto di ricordi privati, familiari, già fluiti nel tessuto di un’esperienza comune.
Come viene sottolineato nel risvolto di copertina, anche nello stile, che accoglie esperienze moderniste e surrealiste, l’autore
Powered by Warp Theme Framework