Logo Ordine dei Giornalisti Emilia-Romagna

Corsi e seminari per la formazione professionale continua e iniziative.

ENTRA >

Slider Primo Piano

La prestigiosa pubblicazione Psicologia e Lavoro festeggia il cinquantesimo. Il ritratto del suo fondatore Enzo Spaltro nella significativa riflessione su futuro e formazione del vicepresidente dell’Odg Emilio Bonavita

Sono cinquant’anni dalla fondazione della rivista Psicologia e Lavoro, un trimestrale fondato nel 1968 dal professor Enzo Spaltro (oggi splendido ottantanovenne), mio professore all’università nei lontani anni settanta e maestro.
Cinquant’anni di ricerche e articoli dedicati al mondo del lavoro inteso non meramente nell’accezione delle relazioni industriali, ma approfondito e sviluppato intorno allo studio di tutte le componenti “umane” che entrano in gioco in riferimento al mercato del lavoro. Una storia che ha visto susseguirsi negli anni i commenti e le valutazioni sulle varie teorie, relative a questi temi, che di volta in volta si sono affacciate agli onori della cronaca. Leggi tutto

Il settimanale Vita Nuova di Parma licenzia due colleghe rifiutando i contratti di solidarietà. Un atto “illegittimo” e antisindacale per Aser e Slc-Cgil. Decisa presa di posizione di Ucsi Emilia-Romagna. Lettera aperta di un gruppo ecclesiale al Vescovo di Parma, al presidente dell’Opera diocesana San Bernardo degli Uberti e ai vicari della diocesi

Vita Nuova, il settimanale della Diocesi di Parma, annuncia la propria trasformazione in inserto settimanale del quotidiano cattolico Avvenire e licenzia due dipendenti su quattro, una giornalista e una poligrafica/grafica con mansioni polivalenti, nonostante la possibilità di accedere ai contratti di solidarietà che avrebbero garantito per 36 mesi la stessa riduzione del costo di lavoro. Leggi tutto

Esito positivo per il Protocollo Miur-OdG 2018. Circa 11mila studenti coinvolti a livello nazionale. In Emilia-Romagna hanno partecipato 765 studenti (di 41 classi in 12 differenti istituti) “guidati” da 13 docenti-giornalisti

Giornalisti come “inviati speciali” nelle scuole superiori, per spiegare ai ragazzi di quinta o di quarta che cos’è un articolo di giornale e come funziona il mondo dell’informazione. Il protocollo Miur-OdG, firmato tra il Ministero dell’Istruzione e il Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti, vede ogni anno centinaia di colleghi recarsi nei Licei e negli istituti superiori italiani per tenere una o due lezioni ai maturandi (e non solo a loro).
L’accordo tra Ordine e Ministero nasce dalla necessità di sgombrare il campo dagli equivoci, tanto con gli studenti quanto con gli insegnanti: un articolo di giornale non è un tema, chi volesse cimentarsi in questa prova scritta all’Esame di Stato dev’esserne consapevole (e formarsi di conseguenza). Leggi tutto

Processo Aemilia, tutto regolare: la Consulta dà ragione al Presidente Caruso. Legittimo proseguire il processo durante lo sciopero degli avvocati. Il consigliere dell’Odg Mario Paolo Guidetti sottolinea l’impegno dei giornalisti

Secondo la Corte Costituzionale era legittimo proseguire il processo anche durante lo sciopero degli avvocati. Non si torna indietro al processo Aemilia. Il codice di autoregolamentazione delle astensioni dalle udienze degli avvocati non può interferire con la disciplina della libertà personale dell’imputato. È la motivazione con cui la Corte Costituzionale ha dato in sostanza ragione a Francesco Maria Caruso, Presidente del Collegio dei giudici del maxi processo Aemilia contro la ‘ndrangheta di Reggio Emilia, in ordine alla legittimità costituzionale delle due ordinanze emesse l’anno scorso e contestate dagli avvocati degli imputati. Leggi tutto

Fnsi: Lorusso e Della Volpe invitano i colleghi a firmare la petizione online #menogiornalimenoliberi

La Federazione Nazionale della Stampa Italiana ha aderito alla campagna #menogiornalimenoliberi. Il Segretario generale Raffaele Lorusso e il Presidente Santo Della Volpe hanno inviato al Consiglio nazionale, alla Giunta Esecutiva e alle Associazioni regionali di stampa una lettera aperta nella quale invitano a firmare e far circolare tra i colleghi la petizione online.
La Fnsi – insieme a Alleanza delle Cooperative Italiane Comunicazione, Articolo 21, Mediacoop, Fisc, File, Sindacato Lavoratori Comunicazione Cgil, Associazione Nazionale stampa online, Unione Stampa Periodica Italiana – ha aderito alla campagna

Premio Chiara Baldassari

Al via la IV edizione del concorso nazionale rivolto a donne che operano nel settore della comunicazione: giornaliste, reporter ma anche giovani studentesse attive sul versante dell’informazione.
Il premio è promosso dal Comune di Vecchiano per ricordare l’entusiasmo e l’impegno professionale della concittadina Chiara Baldassari, giovane videogiornalista di Report scomparsa nel 2005.
Il titolo dell’edizione 2015 – Un girasole nel motore: storie di sostenibilità urbana – è ispirato a un’inchiesta della Baldassari, andata in onda a Report il 25 ottobre 2001, che racconta la positiva esperienza del Comune di Ravenna nell’utilizzo del biodiesel.
Il bando è aperto fino al 30 maggio 2015.

Mostra “Ripresi” per la XX Giornata della memoria di Libera a Bologna

Nella Sala Esposizioni dell’Urban Center di Salaborsa (piazza Nettuno 3), il 18 marzo è stata inaugurata la mostra “RIPRESI! I beni confiscati alla criminalità organizzata in Emilia Romagna”. Un’esposizione fotografica promossa da Libera Emilia-Romagna in collaborazione con il Master universitario in Gestione e riutilizzo di beni e aziende confiscati alle mafie “Pio La Torre” (diretto da Stefania Pellegrini).
“Ripresi” (aperta fino al 18 aprile) fa parte delle iniziative promosse in occasione della XX Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, che Libera organizza a Bologna il 21 marzo.

A Bologna il giornalismo con Libera contro le mafie. Della Volpe: “Se condizionata non è informazione”

Il mondo del giornalismo al fianco di Libera nelle Giornate dell’Impegno e della Memoria delle vittime di mafia (21 e 22 marzo), nel ricordo dei 9 giornalisti uccisi dalle mafie dal dopoguerra a oggi.
La Federazione nazionale della stampa italiana ha partecipato – con il suo presidente Santo Della Volpe – alla marcia che ha attraversato Bologna per ricordare le vittime della criminalità organizzata e a due seminari su informazione, inchieste e presenza mafiosa in Emilia-Romagna, che si sono svolti nel pomeriggio del 21 marzo.

Lotta alla mafia. Il presidente dell’Odg Enzo Iacopino chiede un registro dei proprietari di testate

“Abbiamo la necessità di sapere di chi sono i giornali, di capire quali sono le reali proprietà e non solo nel Sud, perché la criminalità è ovunque. Nel 2012 un giornale della Campania ha pubblicato per due giorni le foto di un cadavere che galleggiava nell’acqua di un laghetto: era l’esponente di una delle cosche della zona. L’istituzione di un registro non è limitativa della libera iniziativa ma una tutela dei cittadini”.
Queste le parole del presidente del Consiglio nazionale dell’Odg Enzo Iacopino, che durante un’audizione in Commissione Bicamerale Antimafia ha richiesto

Assemblea annuale dell’Ordine

Sabato 28 marzo 2015 alle ore 9.30, presso il Circolo Ufficiali di Bologna (Palazzo Grassi – via Marsala 12) si terrà l’assemblea annuale dei giornalisti iscritti all’Ordine dell’Emilia-Romagna per l’approvazione del conto consuntivo 2014 e del bilancio preventivo 2015.
Durante l’assemblea saranno assegnate le medaglie d’oro ai professionisti e ai pubblicisti iscritti da oltre quarant’anni e consegnati i diplomi di idoneità professionale ai colleghi che hanno superato l’esame nel corso del 2014.
In chiusura un brindisi di saluto.
Da oggi, e fino al giorno dell’Assemblea, gli iscritti possono prendere visione dei bilanci nella sede dell’Ordine di Bologna.
(10 marzo 2015)
Powered by Warp Theme Framework