Logo Ordine dei Giornalisti Emilia-Romagna

Corsi e seminari per la formazione professionale continua e iniziative.

ENTRA >

Slider Primo Piano

Iniziative nel 75° anniversario della morte di Ezio Cesarini. Il 26 gennaio conferenza stampa a Bologna

Domenica 27 gennaio ricorrono i 75 anni dalla fucilazione, da parte dei fascisti, di Ezio Cesarini, giornalista del Resto del Carlino morto a causa della sua attività resistenziale. L’Ordine dell’Emilia-Romagna – la cui sala riunioni è intitolata al collega – d’intesa con il Comune di Bologna, intende dar luogo ad alcune iniziative commemorative e di ricostruzione di quegli eventi che saranno presentate sabato 26 gennaio, alle ore 12, nel corso di una conferenza stampa che avrà luogo nella Sala “Luca Savonuzzi”, al primo piano di Palazzo d’Accursio a Bologna (piazza Maggiore, 6).
Alla conferenza stampa interverranno Matteo Lepore, assessore comunale alla Cultura; Claudio Santini, Presidente del Consiglio di disciplina territoriale dell’Ordine regionale dei giornalisti; Matteo Antonio Naccari, componente del Comitato di redazione de il Resto del Carlino; Giovanni Rossi, Presidente del Consiglio regionale dell’Ordine dei giornalisti dell’Emilia-Romagna. Leggi tutto

A Bologna è nata la sezione regionale di Articolo21. Ulteriore presidio di legalità per garantire il diritto costituzionale dei cittadini a essere informati

A inaugurare la sezione locale dell’Associazione, venerdì 18 gennaio al CIRSFID di Bologna, c’erano il presidente di Articolo 21 Paolo Borrometi, giornalista costretto a vivere sotto scorta per le sue inchieste “scomode”, il presidente della Federazione Nazionale della Stampa Italiana Giuseppe Giulietti e la portavoce della nuova sezione emiliano-romagnola dell’associazione Stefania Pellegrini, docente all’Università di Bologna che da anni si occupa di legalità, mafia come fenomeno sociale e strategie di contrasto e prevenzione del fenomeno mafioso. Presenti anche Loris Mazzetti, giornalista Rai e storico collaboratore di Enzo Biagi (tra i fondatori di Articolo21), la presidente dell’Associazione Stampa regionale Serena Bersani, diversi rappresentanti del sindacato e di altre associazioni dei giornalisti. Leggi tutto

Un nuovo anno d’impegno per l’Ordine. Ne difenderemo l’esistenza continuando a rivendicare la riforma della Legge. Rigore deontologico e formazione di qualità sono le nostre priorità. Il messaggio agli iscritti del Presidente dell’Odg regionale Giovanni Rossi

Cari colleghi,
questa è la mia seconda lettera annuale agli iscritti all’Ordine dell’Emilia-Romagna. Cercherò di essere sintetico per non impegnare troppo il vostro tempo, ma non posso non fare riferimento a quanto accade in questi mesi nel Paese, in un clima caratterizzato da insulti e minacce ai giornalisti e dal rilancio dell’ipotesi di abrogazione del nostro Ordine professionale come parte di un’azione che tende ad intimidire i giornalisti e ridurne l’autonomia professionale. L’Ordine ha risposto non con una semplice autodifesa dell’esistente, ma elaborando le linee guida di una possibile riforma che tocca, ora, alla politica, attraverso il Parlamento, trasformare in una vera legge di modifica delle norme risalenti, quasi tutte, al 1963. Un’era fa. Leggi tutto

Nonostante le innumerevoli difficoltà, varato il sito internet ilrestodelcasino.it. Il suo fondatore e direttore Roberto Botti ci consegna la “cronaca di un inviato nella lotta esistenziale per fare vivere il proprio giornale”

A integrazione del servizio dedicato a Il Resto del Casino (uscito su Giornalisti web l’8 novembre 2018), riceviamo e volentieri pubblichiamo questo nuovo testo del collega Roberto Botti, scritto dopo la recente rimessa online della testata satirica.

Sono bastati alcuni tecnici di computer inefficienti e arraffoni: due pc spariti con tutti i dati con cui potere impostare le prossime uscite del giornale, tempi interminabili di attesa, momenti di rabbia sfociati nel corso di mesi in vero e proprio furore. Nessuna uscita del giornale uguale nessun guadagno economico; nessun guadagno economico uguale la perdita dell’appartamento in affitto in cui vivevo. Leggi tutto

Grifonissima: campionato italiano di corsa su strada per giornalisti

Sono aperte le iscrizioni al Campionato italiano di podismo per giornalisti, che si svolgerà domenica 10 maggio a Perugia nell’ambito di Grifonissima.
Al campionato possono prendere parte gli iscritti all’Ordine dei giornalisti di tutta Italia. La partecipazione è completamente gratuita. La quota è a carico di USSI Umbria.
Ogni atleta può iscriversi entro giovedì 7 maggio richiedendo alla segreteria di USSI Umbria (via del Macello 55, 06128 Perugia – fax 075/5018948 – ussiumbria@katamail) il modulo di iscrizione, che va restituito debitamente compilato

Aser: i rappresentanti dei freelance sono Silvestri, Malacalza e Piccinini

Elisa Malacalza, Franca Silvestri e Fabrizio Piccinini sono gli eletti dell’Associazione stampa Emilia-Romagna per la Commissione e l’Assemblea nazionale lavoro autonomo.
In Commissione lavoro autonomo va Elisa Malacalza, cronista di Libertà di Piacenza, mentre nell’Assemblea entrano i freelance Franca Silvestri e Fabrizio Piccinini.
Sono stati eletti martedì 21 aprile al termine dell’Assemblea regionale degli autonomi emiliano-romagnoli che ha visto la partecipazione della presidente Aser Serena Bersani, di Mattia Motta, segretario nazionale Fnsi e presidente nazionale Clan

Il Tar annulla la delibera sull’equo compenso. Grande soddisfazione dell’Odg

Vittoria, seppure parziale, dell’Ordine dei giornalisti sull’equo compenso.
“Il 19 giugno (2014) è stato un giorno di vergogna per il sindacato, il 7 aprile (2015) riapre la speranza in quanti vengono trattati da anni come schiavi”, ha commentato il presidente nazionale dell’Odg Enzo Iacopino, dopo avere appreso dell’annullamento dell’intera delibera da parte dei giudici del Tar.
Il Tribunale amministrativo del Lazio ha accolto parzialmente il ricorso sull’equo compenso presentato dall’Ordine nazionale dei giornalisti che ha portato davanti ai giudici del Tar Governo, Fieg, Fnsi e Inpgi.

Giornata mondiale della libertà di stampa

Per sottolineare l’importanza del diritto a esprimersi liberamente e per fermare le violenze di cui sono vittime i giornalisti, il 3 maggio si celebra la Giornata mondiale della libertà di stampa.
Da sempre la stampa è baluardo della verità: “il giornalismo è in grado di accendere una rivoluzione con la forza delle parole e delle idee”. L’articolo 19 della Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo recita: «Ogni individuo ha il diritto alla libertà di opinione e di espressione, incluso il diritto di non essere molestato per la propria opinione e quello di cercare, ricevere e diffondere informazioni e idee attraverso ogni mezzo e senza riguardo a frontiere».

Premio “DyMove – Diversity On The Move”

Unar (Ufficio nazionale antidiscriminazioni razziali) e Associazione Carta di Roma promuovono un concorso giornalistico – riservato agli studenti delle scuole di giornalismo e ai giovani iscritti all’Albo dei giornalisti – sui temi della diversità e dell’inserimento lavorativo di categorie a rischio di discriminazione.
“DyMove – Diversity On The Move” è un progetto europeo, di cui è capofila l’Unar, che esplora la questione delle discriminazioni lavorative nella pubblica amministrazione – partendo dalle esperienze delle città di Genova, Bologna, Ancona e Palermo

Una piattaforma web per la tutela dei giornalisti voluta dal Consiglio d’Europa

È operativa la piattaforma del Consiglio d’Europa dedicata alla protezione dei giornalisti e alla promozione della loro sicurezza, reperibile all’indirizzo www.coe.int/en/web/media-freedom/home.
La piattaforma – predisposta grazie ad alcuni partner come Article 19, The Association of European Journalists, The European Federation of Journalist, The International Federation of Journalists, Reporters without Borders – permetterà di portare all’attenzione di organismi internazionali e opinione pubblica i casi di minacce alla libertà di stampa
Powered by Warp Theme Framework