Logo Ordine dei Giornalisti Emilia-Romagna

Corsi e seminari per la formazione professionale continua e iniziative.

ENTRA >
Logo-DI.TV-v1.2-RGB-e1424363081918

Il Presidente dell’Odg regionale Giovanni Rossi parla di problemi del settore e della professione al programma “Restart” dell’emittente DI.TV di Imola. Intervista in onda giovedì 1° marzo (ore 21.30, replica ore 00.30 su canale 92) e venerdì 2 marzo (ore 13 su canale 90)

Un’intervista di circa venticinque minuti sulle principali problematiche che coinvolgono la professione giornalistica e sul ruolo dell’Odg è stata rilasciata all’emittente imolese DI.TV da Giovanni Rossi, Presidente del Consiglio regionale dell’Ordine dei giornalisti dell’Emilia-Romagna. Nel corso della conversazione sono stati trattati temi attuali e “caldi”: mercato del lavoro giornalistico, crisi della professione e del sistema dei media, accesso alla professione e formazione (obbligatoria per legge anche per i giornalisti). Leggi tutto
uguale per tutti

Osservatorio su informazione giudiziaria delle Camere Penali. La Cgil: Salvaguardare la libertà di stampa nell’ambito dei procedimenti penali

Nei giorni scorsi la Camera Penale di Modena ha deciso di istituire un “Osservatorio sull’informazione giudiziaria”, formato da quattro Avvocati penalisti del foro modenese. Apprendiamo anche che da alcuni anni esiste un osservatorio nazionale con finalità analoghe istituito dall’Unione delle Camere Penali e che la Camera Penale di Reggio Emilia seguirà l’esempio modenese. Obbiettivo comune dichiarato sarà quello di “verificare le modalità con le quali vengono riportate dagli organi di stampa le notizie di cronaca giudiziaria e di politica giudiziaria”. Leggi tutto
camera penale

Un Osservatorio sull’informazione giudiziaria anche alla Camera Penale di Reggio Emilia. Fnsi, Aser, Odg nazionale e Odg Emilia-Romagna: «Iniziativa che accresce la preoccupazione degli organismi di categoria»

Dopo che la Camera Penale di Modena, il 17 gennaio scorso, ha dato notizia di avere costituito un “Osservatorio sull’Informazione Giudiziaria” formato da quattro avvocati, anche la Camera Penale di Reggio Emilia sta per varare il proprio Osservatorio locale sull’informazione giudiziaria, “e ciò – spiegano – non già per intimidire chicchessia, ma per monitorare i meccanismi della comunicazione anche su base locale e per misurarli alla luce dei principi costituzionali”. Leggi tutto
LOGOORDINE_trasp

Riflessioni, auspici e prospettive nella lettera ai colleghi del Presidente dell’Odg regionale Giovanni Rossi

Cari colleghi,
quest’anno la vita dell’Ordine è stata caratterizzata dal rinnovo dei suoi organi di autogoverno. Le elezioni di ottobre hanno fatto seguito a ben due proroghe del mandato precedente ed hanno visto una sostanziale modifica della composizione numerica del Consiglio Nazionale i cui componenti sono stati più che dimezzati. Purtroppo, la riforma non ha toccato le modalità attraverso le quali i colleghi hanno scelto i propri rappresentanti, perdurando, così, un metodo elettorale che, di fatto, prevedendo un massimo di tre seggi su tutto il territorio regionale, limita la partecipazione al voto anziché favorirla. Pensato in altri tempi è evidente che tale meccanismo non risponde più alle esigenze di oggi. Leggi tutto
UNA CROCE TRA GLI ALPINI _copertina_bis

Una croce tra gli alpini nella narrazione struggente di Paolo Poponessi

Un nuovo racconto-verità tra storia, memoria, emozione scritto dalla penna intensa e sensibile del giornalista Paolo Poponessi. È Una croce tra gli alpini, pubblicato dalla casa editrice Il Cerchio di Rimini e incentrato sulla figura di don Carlo Poponessi, tenente cappellano della Brigata alpina “Julia” morto nel 1943 in campo di prigionia a Tambov in Russia.
Partendo dalle vicende del sacerdote, medaglia d’argento al valor militare, in servizio durante il conflitto in Etiopia e poi tra gli alpini in Grecia e in Russia, il libro ripercorre la storia dell’Italia e degli italiani
regeni

Da Porta Ravegnana a Piazza Verdi: fiaccolata a Bologna per Giulio Regeni

Nel secondo anniversario della scomparsa del ricercatore Giulio Regeni (torturato e ucciso due anni fa al Cairo in Egitto), i gruppi Amnesty di Bologna organizzano una fiaccolata in movimento per continuare a riflettere su quanto è accaduto ma soprattutto per chiedere – ancora una volta e come sempre – “verità per Giulio Regeni”.
L’evento avrà luogo giovedì 25 gennaio a partire dalle ore 18.30 e il percorso andrà da Piazza di Porta Ravegnana a Piazza Verdi, passando per via Zamboni. Alle 19.41, in Piazza Verdi saranno alzate al cielo le candele, nell’orario in cui Giulio è stato visto per l’ultima volta.
#2annisenzaGiulio è l’hastag adottato dalla Federazione nazionale della stampa italiana (sindacato unico dei giornalisti) e dalle Assostampa regionali per stare al fianco
alessandro bosi ok per web

Addio Alessandro Bosi. Il ricordo affettuoso del collega e amico Sergio Fantini

Sandro Bosi ci ha lasciati. Aveva 82 anni. Lo conoscevo da molto tempo. Mi fa piacere ricordarlo agli altri giornalisti e a tutti gli amici che lo avevano frequentato e gli erano stati vicini. Riandiamo ai tempi del liceo, “il glorioso Galvani” di Bologna che anch’io ho frequentato. Poi arrivò l’università. Le strade si divisero. Lui a Lettere, io a Giurisprudenza. Ci ritrovammo assieme nella stessa redazione dell’Avvenire d’Italia dove abbiamo vissuto gran parte della nostra professione giornalistica. Bosi si è sempre occupato di cronaca nera e giudiziaria (con interesse anche per l’economia e la finanza) dando
san_francesco_di_sales-1_1502695398

Due eventi Fpc a Imola e Piacenza dedicati al patrono San Francesco di Sales

Il tradizionale appuntamento regionale per festeggiare il patrono dei giornalisti San Francesco di Sales quest’anno è ospite della diocesi di Imola e si tiene venerdì 26 gennaio (ore 15-19) presso il Palazzo Vescovile di piazza Duomo 1.
Notizie false, deontologia e giornalismo per la pace è il titolo dell’incontro, aperto a tutti, ma inserito fra i seminari Fpc dell’Odg Emilia-Romagna e quindi indirizzato soprattutto ai giornalisti che (previa registrazione sulla piattaforma Sigef) possono acquisire 6 crediti deontologici validi per la formazione professionale 2018.
Dopo il saluto istituzionale di monsignor Tommaso Ghirelli (delegato per le Comunicazioni Sociali Ceer e Vescovo di Imola), sono previste le relazioni di Giovanni Rossi (presidente Ordine Giornalisti
libro nigro bis

Insolite vicende tra latte e politica svelate da Luciano Nigro e Luciano Sita

Un singolare libro-intervista scritto a quattro mani da Luciano Nigro e Luciano Sita. È Latte, soldi e politica. Vent’anni di battaglie della Granarolo tra gli scandali della prima Repubblica e i crac di Cragnotti e Parmalat, pubblicato dalla Società editrice il Mulino.
Cosa c’è di più pulito, di più puro del latte? Nulla, verrebbe da rispondere. Tuttavia, nel raccontare come la Granarolo è diventata l’impresa numero uno del settore lattiero-caseario italiano, Luciano Sita (che l’ha guidata dal 1991 al 2009) svela un mondo tutt’altro che immacolato. Intervistato da Luciano Nigro, Sita apre l’album dei ricordi e “ricostruisce la storia a lieto fine di una cooperativa a un passo dal fallimento, che in dieci anni è riuscita a diventare la regina italiana del latte grazie al lavoro di migliaia di allevatori, agli investimenti in nuove
Powered by EPS