Logo Ordine dei Giornalisti Emilia-Romagna

Corsi e seminari per la formazione professionale continua e iniziative.

ENTRA >

Slider Primo Piano

Approvate le Linee Guida per la riforma dell’Ordine dei Giornalisti nelle sedute del Consiglio nazionale del 15, 16 e 17 ottobre 2018. Conferenza stampa del presidente Carlo Verna per illustrare la proposta di rinnovamento

Si è tenuta martedì 17 ottobre nella sede romana dell’Ordine dei Giornalisti la conferenza stampa del presidente del Consiglio nazionale Carlo Verna per illustrare le Linee Guida per la riforma dell’Ordine dei Giornalisti (video con interventi del Presidente Odg e di altri rappresentanti degli organismi di categoria a questo link).
La proposta di riforma è stata siglata, a larga maggioranza, dopo una intensa tre giorni di Consiglio nazionale dell’Ordine a cui hanno preso parte anche tutti i presidenti e vicepresidenti degli Ordini regionali. Leggi tutto

Par condicio e informazione istituzionale: una legge da rivedere?. A Bologna un convegno sulla legge n.28 del 2000 con il presidente nazionale dell’Odg Carlo Verna e relatori d’eccezione. L’evento è accreditato dall’Ordine per la formazione professionale continua dei giornalisti

È promosso da Conferenza delle Assemblee legislative delle Regioni e delle Province autonome, attraverso il coordinamento dei capi ufficio stampa dei parlamenti regionali, il convegno-dibattito Par condicio e informazione istituzionale: una legge da rivedere?, in programma a Bologna, il 22 ottobre dalle ore 9.30 alle 13, presso la Sala Polivalente “Guido Fanti” dell’Assemblea legislativa – Regione Emilia-Romagna (Viale Aldo Moro, 50). Una convention nazionale, ma soprattutto un’occasione per analizzare la legge 28/2000 e il suo impatto sull’informazione prodotta dalla PA, che vede i principali attori istituzionali (Vigilanza Rai, Agcom, Ordine dei giornalisti, Corecom regionali) impegnati a valutare una proposta di riforma della legge stessa. Leggi tutto

Un giardino per Ilaria Alpi a Bologna. Il Comune intitola un’area verde alla giornalista tragicamente scomparsa. Il contributo “dal vivo” del consigliere Odg Michelangelo Bucci sottolinea l’attenzione dei giovani per la buona informazione e i fulgidi esempi di giornalismo


È in via Emilia Ponente, accanto all’Ospedale Maggiore, l’area verde che il Comune ha dedicato alla giornalista del Tg3 Rai uccisa a Mogadiscio nel 1994. L’intitolazione del Giardino Ilaria Alpi si è svolta il 9 ottobre con Susanna Zaccaria, assessora comunale alle Pari opportunità. Presente il consigliere dell’Ordine regionale dei Giornalisti Michelangelo Bucci. Questa la sua testimonianza attenta, critica, partecipata. Leggi tutto

Senza l’Ordine l’informazione sarà meno libera. Deontologia e formazione non sono abrogabili. La decisa presa di posizione dei presidenti e vicepresidenti degli Odg regionali


I venti Ordini regionali dei giornalisti hanno sottoscritto una presa di posizione favorevole ad una riforma dell’ente, ma nettamente contraria alla sua abrogazione, cosa, quest’ultima, più volte preannunciata dal Sottosegretario all’Editoria, Vito Crimi (M5S).
Ecco il testo.
“L’incondizionata libertà di stampa non può essere oggetto di insidie volte a fiaccarne la piena autonomia e a ridurre il ruolo del giornalismo”: parola di Sergio Mattarella, Presidente della Repubblica.
È tornata di attualità la proposta di abolire l’Ordine dei giornalisti. Leggi tutto

Il Cnog alla Commissione Cultura della Camera. Attenzione alla precarietà!

Il Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti è stato ascoltato in audizione informale dalla Commissione Cultura della Camera dei Deputati nell’ambito dell’esame delle proposte di legge concernenti l’istituzione del Fondo per il pluralismo e l’innovazione dell’informazione e deleghe al Governo per la ridefinizione del sostegno pubblico all’editoria. Come è noto, nelle proposte legislative è prevista anche la delega per “razionalizzare la composizione e le attribuzioni del Consiglio nazionale”, i cui consiglieri verrebbero ridotti a 18.
Il Presidente Enzo Iacopino, accompagnato dal Direttore Ennio Bartolotta, ha esposto le motivazioni di ordine giuridico e tecnico-organizzative che rendono impossibile

“Pasolini giornalista”: ultimo appuntamento l’11 dicembre al Lumière

Con Pasolini poeta civile (artista, intellettuale e giornalista) si chiude il ciclo di incontri dedicato a Pier Paolo Pasolini. Venerdì 11 dicembre dalle 9.30, al cinema Lumière di via Azzo Gardino 65, verranno esaminati vari aspetti della figura del poliedrico artista.
In apertura Roberto Chiesi con Un intellettuale a tutto campo parlerà della grande versatilità culturale di Pasolini che fu regista, romanziere, poeta, traduttore, saggista, sceneggiatore, drammaturgo ma anche autore di canzoni (che scrisse da solo o in collaborazione con Sergio Endrigo, Domenico Modugno, Dacia Maraini).
Pasolini nacque a Bologna il 5 marzo 1922

La Fondazione Odg Emilia-Romagna dedica tre giornate a Pasolini giornalista

Pier Paolo Pasolini: osservatore eretico e corsaro su quotidiani e settimanali, ma anche osservato speciale dalla stampa per la sua vita sacrilega e impudica nel pensare, nel dire, nelle attitudini sessuali. Ci sono voluti quarant’anni dalla morte per far cadere i veli della ritrosia e ridargli “pieno spessore pubblico” come poeta, romanziere, regista e perfino calciatore.
Mancava un’analisi particolare della sua attività di articolista per il Corriere e per altre testate e questo vuoto è stato colmato dalla Fondazione Odg e dall’Ordine regionale in collaborazione con la Cineteca di Bologna. A partire dall’11 novembre, al Cinema Lumière (via Azzo Gardino, 65) si terranno

Armati di penna: battaglie quotidiane di giornalisti minacciati

Libera Bologna propone un appuntamento sulle “minacce ai giornalisti in tutte le loro possibili declinazioni, con un occhio speciale a quelle di stampo mafioso”.
L’incontro è dedicato a Santo Della Volpe e si terrà a Bologna il 9 dicembre alle ore 17 nella Sala Armi di Palazzo Malvezzi (via Zamboni 22).
Saranno coinvolti diversi giornalisti che racconteranno le loro storie personali e forniranno uno spaccato dell’attuale situazione italiana.
Aprirà i lavori Antonio Farnè, presidente dell’Ordine giornalisti Emilia-Romagna.
Sono previsti gli interventi di Giuseppe Baldessarro (giornalista di Repubblica

Vindica te tibi di Michele Cassetta porta la comunicazione in teatro

“È possibile migliorare la comunicazione perché da questa dipende la qualità della nostra vita”. E allora, Vindica te tibi (Riprenditi te stesso). Lo diceva Seneca, lo afferma il titolo della conferenza-spettacolo scritta e condotta dal collega Michele Cassetta, in scena martedì 1 dicembre (ore 21) al Teatro Duse di Bologna.
Un racconto teatrale con musiche dal vivo di Gianluca Petrella (definito il miglior trombonista jazz al mondo) che porta sul palcoscenico “la comunicazione con gli altri e con se stessi”. Fra riflessioni e singolari momenti musicali consegna un messaggio: “Non è possibile non comunicare. E allora è meglio imparare a farlo in modo efficace”.

“Frontiere” a Capordarco. Al via le iscrizioni al seminario Fpc di Redattore Sociale

Ci si può iscrivere fino al 21 novembre al 22° seminario di formazione organizzato da Redattore Sociale. Tre giorni di incontri, conferenze e workshp dedicati ai giornalisti.
Il titolo scelto per l’edizione 2015, che si terrà dal 27 al 29 novembre, è Frontiere: il simbolo della sfida che il giornalismo, oggi, è obbligato a sostenere per “salvaguardare l’informazione di qualità per tutti e rendere questo mestiere nuovamente sostenibile e autonomo nelle sue scelte”.
Tra i numerosi relatori, Enzo Iacopino, Luigi Accattoli, Pierpaolo Baretta, Luigi Contu, Stefano Dionisi, Gianluca Nicoletti, Marino Sinibaldi.
La manifestazione – realizzata con il patrocinio di Odg nazionale, Fnsi e Usigrai
Powered by Warp Theme Framework