Logo Ordine dei Giornalisti Emilia-Romagna

Corsi e seminari per la formazione professionale continua e iniziative.

ENTRA >
presidio giornalisti Parma 19 giugno 2018 ok

L’Ordine regionale dei giornalisti a fianco dei collaboratori dei quotidiani Liberta di Piacenza e Gazzetta di Parma. Una dichiarazione congiunta del presidente Giovanni Rossi e del consigliere Michelangelo Bucci, delegato per il lavoro autonomo e la precarietà

In relazione alla vicenda che vede i collaboratori dei quotidiani Libertà (di Piacenza) e Gazzetta di Parma rivendicare un confronto con le rispettive aziende per discutere i trattamenti economici fortemente ridimensionati negli ultimi tempi e nettamente inferiori a quelli che prevede l’accordo sul lavoro autonomo allegato al contratto giornalistico, il presidente del Consiglio regionale dell’Ordine dei giornalisti dell’Emilia-Romagna, Giovanni Rossi, e il consigliere Michelangelo Bucci, delegato a seguire le questioni relative al lavoro autonomo e al precariato, hanno dichiarato:

“La indisponibilità delle aziende editrici dei quotidiani Libertà e Gazzetta di Parma a discutere dei trattamenti economici iniqui dei numerosi giornalisti non dipendenti che collaborano alla realizzazione dei due giornali è offensiva della dignità professionale dei colleghi. Leggi tutto
rossi riforma odg

Chi è giornalista? Chiunque scrive, trasmette, filma, fotografa, “posta”? È indispensabile ridefinire la figura del professionista dell’informazione ma anche delineare nuove vie di accesso all’Ordine: i percorsi sono troppi, confusi e rischiano di “legittimare” il precariato

Riprende la discussione sulla riforma della legge che ha istituito il nostro Ordine professionale. Il presidente regionale dell’Odg Giovanni Rossi mette in campo alcune idee. Attraverso un’analisi disincantata, focalizza diverse “criticità” della categoria in relazione all’attuale panorama mediatico ma anche rispetto alle vie di accesso a una professione che in Italia prevede l’iscrizione all’Ordine dei giornalisti. A livello nazionale è in corso il confronto interno all’Odg per arrivare all’elaborazione di una proposta di riforma della legge del 1963. L’obiettivo è approdare a una indicazione unitaria e avviare una interlocuzione con le istituzioni. Il Parlamento è l’unico organo titolato a modificare la legge ordinistica in vigore. Ma c’è la volontà di giungere a una modifica necessaria da tempo visto le enormi modifiche intervenute nel settore da ogni punto di vista (professionale, tecnologico, occupazionale)? Leggi tutto
lorenzo bianchi 4

Il collega Lorenzo Bianchi respinto dalla Turchia per “motivi di pubblica sicurezza”. Giovanni Rossi: “una vicenda inaccettabile che conferma il carattere autoritario del regime di Erdogan”

Ingresso negato per “motivi di pubblica sicurezza”. Così le autorità turche hanno motivato la ragione per la quale al collega Lorenzo Bianchi, inviato per molti anni de il Resto del Carlino, già consigliere nazionale della Federazione Nazionale della Stampa Italiana, attualmente revisore dei conti dell’Ordine dei giornalisti dell’Emilia-Romagna, è stato negato l’ingresso in territorio turco. Bianchi è stato trattenuto per poco meno di due ore all’aeroporto internazionale di Istanbul e reimbarcato su un aereo che lo ha riportato a Bologna. Il fatto è accaduto giovedì 21 giugno. Leggi tutto
airf pattaro bis

Sempre più attivo il Servizio Tutela Legale di AIRF a difesa delle immagini. Per affinare la sinergia tra Odg e fotogiornalisti servirebbe un Gruppo di lavoro dedicato. I cambiamenti possono generare opportunità ma anche rischi, comunque devono essere rispettosi delle regole

Andrea Pattaro fa parte del Consiglio Direttivo e cura le pubbliche relazioni di AIRF – Associazione Italiana Reporter Fotografi. È veneziano, fotografo professionista, giornalista pubblicista. Nello scorso mandato dell’Odg, ha fatto parte del Consiglio nazionale e del Gruppo di lavoro “Giornalismi” del Cnog. È fiero delle iniziative di AIRF, del trend positivo del Servizio Tutela Legale dedicato a fotografi e salvaguardia delle immagini, ma non nasconde preoccupazione per la condizione “fragile” di molti colleghi nell’attuale scenario del lavoro e per la forte crisi della professione giornalistica in Italia. Leggi tutto
fest

Festival delle generazioni a Bologna. Un incontro valido per la Fpc dei giornalisti

Generazioni e politica: comunicazione, idee, città. Questo il titolo del seminario formativo in programma il 10 ottobre (ore 16.30 – 18.30) presso la Sala Borsa – Urban Center di Piazza Maggiore.
L’incontro nasce dalla collaborazione fra Festival delle Generazioni e Ordine Giornalisti dell’Emilia-Romagna e prevede le relazioni di Antonio La Forgia (ex presidente della Regione Emilia-Romagna) e Matteo Lepore (assessore del Comune di Bologna) coordinati dal presidente dell’Odg Emilia-Romagna Antonio Farnè. Obiettivo del seminario è analizzare l’evoluzione della comunicazione politica.
aaa

Giornata Europea dei Risvegli e Carta sul coma

Un gran bel giro di vite! Questo il titolo della Giornata dei risvegli per la ricerca sul coma – Vale la pena che si svolgerà il 7 ottobre. Quest’anno la manifestazione, promossa dall’associazione Gli amici di Luca compie 17 anni e diventa europea per “creare un’alleanza internazionale intorno alle persone in stato vegetativo o con esiti di coma a partire da un modello tutto italiano”.
“Ci affacciamo all’Europa facendo tesoro dell’esperienza della Casa dei risvegli Luca De Nigris, che è stata riconosciuta dal Consiglio d’Europa come una delle due buone pratiche italiane in materia di disabilità” afferma Fulvio De Nigris, fondatore dell’associazione Gli amici di Luca e direttore del Centro Studi per la Ricerca
libro cremonini

Il cuore “quadrato” e pulsante di Bologna nel bel racconto di Cremonini

Il cosiddetto Quadrilatero, da secoli perno pulsante e vivo della città, conserva storie, leggende, aneddoti e molti misteri ammantati di fascino. Gabriele Cremonini lo descrive con affettuosa e partecipata precisione nel libro Il cuore quadrato di Bologna (Edizioni Pendragon).
Un piccolo viaggio in ottanta tappe e centinaia di curiosità, a partire dal Compianto (il capolavoro di Niccolò dell’Arca): “un grido al mondo che parte inaspettato dalla città dotta e grassa”.
Prima ancora della città porticata, superando mode e miti, digerendo papi e re, il Quadrilatero è stato ed è non solo cuore, ma testa di Bologna.
formazione

La Fpc dei giornalisti è punto di connessione di eventi, culture e vita civile. Un seminario “di legalità” in programma l’8 ottobre

È l’incontro pubblico Le leggi sui delitti ambientali e le inchieste giornalistiche, in programma giovedì 8 ottobre (ore 18) nel Chiostro di S. Paolo in via Boccaleone 19, che sigla la fase finale della lunga maratona ferrarese con corsi Fpc per i giornalisti.
Festival di Internazionale (in chiusura), Festa della Legalità e della Responsabilità (fino al 9 ottobre): due manifestazioni di richiamo e interesse, a Ferrara, che hanno intrecciato programmi, impegno sociale, tematiche di stringente attualità con diversi momenti formativi dell’Odg Emilia-Romagna.
oh ok

Un Osservatorio Aser-Gus sui bandi della P.A.

Salutata al suo nascere come uno strumento per dare concretezza all’esigenza di “colloquiare” con i cittadini, la legge 150/2000 è stata considerata inizialmente la risposta giusta e moderna per mettere ordine nel settore della comunicazione e dell’informazione pubblica.
Al livello istituzionale “più basso” la situazione nazionale è ancora più anarchica e l’Emilia-Romagna non differisce dalla media nazionale. Anche da noi si sono verificati casi offensivi per la dignità dei lavoratori e episodi di scarsa trasparenza che ci hanno lasciato disgustati e molto perplessi. Nei bandi soprattutto.
Non siamo di fronte a fatti isolati, ma a casi che proliferano indisturbati in quell’area
calcio

Il gioco del pallone e i suoi luoghi comuni

È stato presentato a Bologna Hanno deciso gli episodi: 21 racconti sul calcio e i suoi luoghi comuni, il libro a cura di Paolo Soglia dedicato alla narrazione del “pallone” (Edizioni Pendragon).
Una singolare opera collettiva sullo sport nazionale, un omaggio al racconto del calcio, arricchito da uno scritto di Stefano Benni. La tessitura testuale propone “a mo’ di punteggiatura” un elenco ragionato di frasi fatte, banalità, modi di dire, lessico gergale e termini tecnici che caratterizzano da oltre un secolo la dissertazione sul gioco del pallone.
Certo, l’elenco non può essere esaustivo: i luoghi comuni sul calcio sono infiniti, cambiano nel tempo, si modificano in modo rapido e continuo. Anche al lettore
Powered by EPS