Logo Ordine dei Giornalisti Emilia-Romagna

Corsi e seminari per la formazione professionale continua e iniziative.

ENTRA >
logorossiokookok

“UCCIDERE UN GIORNALISTA”

“Uccidere un giornalista”. Questo era il progetto dell’organizzazione mafiosa che ha messo radici in Emilia–Romagna.
Al momento non sono stati fatti i nomi.
Lo ha dichiarato Marino nel corso di una udienza del processo di Reggio Emilia.
Questa notizia dimostra, una volta di più e se fosse ancora necessario, che le associazioni criminali ritengono l’attività un grave pericolo per loro.
Ancora una volta si dimostra la necessità di tutelare e proteggere il lavoro di quei colleghi che operano sul difficile fronte del giornalismo investigativo.
Occorre che la categoria, i suoi organismi di rappresentanza, illuminino questa realtà, mantenendo quel compito di “scorta mediatica” ai colleghi minacciati che serve a mobilitare l’opinione pubblica.
Il Presidente
Giovanni Rossi
Leggi tutto
santini Sigefattestato

Fondazione Odg Emilia-Romagna: il Direttore della Formazione Claudio Santini analizza il triennio Fpc 2014-2016 rispetto ai nuovi dati forniti dalla Sigef dopo il periodo di proroga (che si è protratto per tutto il 2017)

È già iniziato il 2018 ovvero l’anno due del secondo triennio valido per la Formazione Professionale Continua dei giornalisti, ma l’Odg regionale e la sua Fondazione (che si occupa dell’organizzazione di tutti gli eventi offerti ai colleghi), ancora devono fare i conti con il triennio 2014-2016 (prorogato per tutto il 2017), poiché numerosi giornalisti non hanno assolto l’obbligo formativo oppure hanno provveduto solo parzialmente o in modo impreciso ad acquisire i crediti previsti dalla legge.
Prima di analizzare “le cifre” del 2017 e fotografare lo stato attuale della Fpc (a breve seguirà un report dettagliato) il Direttore della Formazione Claudio Santini propone un’analisi ragionata dei dati fin qui riportati dalla Sigef per fare il punto della situazione e segnalare i provvedimenti che l’Odg dovrà adottare nei confronti degli “inadempienti”.
Ricordiamo soltanto che nel 2017 l’Ordine dell’Emilia-Romagna e la Fondazione Odg hanno proposto 158 seminari – distribuiti in numerose località della regione, in gran parte realizzati con la collaborazione di istituzioni, associazioni, realtà del territorio – e che nel 2018 hanno già in programma diversi eventi formativi su questioni “urgenti” della professione, tematiche di attualità, aspetti di interesse della vita civile. Leggi tutto
rossi fonnadzione odg

Un nuovo anno di progetti e iniziative per la Fondazione dell’Odg Emilia-Romagna. La comunicazione ai colleghi del Presidente Giovanni Rossi con l’auspicio di una maggiore partecipazione alle attività del 2018. Il 20 febbraio l’assemblea degli iscritti alla Fondazione

Cari colleghi,
con questa lettera intendo sollecitarvi ad iscrivervi alla Fondazione dell’Ordine dei giornalisti dell’Emilia-Romagna. Nel 2011, unico tra gli Ordini regionali dei giornalisti del nostro Paese (ora anche nelle Marche opera un’analoga struttura), il Consiglio regionale dell’Ordine dell’Emilia-Romagna decise di dar vita ad una propria Fondazione allo scopo di svolgere iniziative culturali, editoriali e di formazione con ciò superando alcuni limiti di azione che la legge impone all’Ordine. Una struttura che fosse aperta alla società e potesse essere uno strumento di relazione e di dialogo tra la categoria dei giornalisti ed il mondo culturale, universitario ed imprenditoriale.
Con la riforma del nostro ordinamento che ha introdotto l’obbligatorietà della formazione anche per la categoria dei giornalisti, la Fondazione è stata lo strumento attraverso il quale organizzare una ampia offerta formativa ai colleghi che avesse due caratteristiche: la qualità e la gratuità. Leggi tutto
logorossiokookok

Riflessioni, auspici e prospettive nella lettera ai colleghi del Presidente dell’Odg regionale Giovanni Rossi

Cari colleghi,
quest’anno la vita dell’Ordine è stata caratterizzata dal rinnovo dei suoi organi di autogoverno. Le elezioni di ottobre hanno fatto seguito a ben due proroghe del mandato precedente ed hanno visto una sostanziale modifica della composizione numerica del Consiglio Nazionale i cui componenti sono stati più che dimezzati. Purtroppo, la riforma non ha toccato le modalità attraverso le quali i colleghi hanno scelto i propri rappresentanti, perdurando, così, un metodo elettorale che, di fatto, prevedendo un massimo di tre seggi su tutto il territorio regionale, limita la partecipazione al voto anziché favorirla. Pensato in altri tempi è evidente che tale meccanismo non risponde più alle esigenze di oggi. Vi sarebbero altri punti sui quali intervenire oltre alle modalità di voto, come le caratteristiche stesse di accesso all’Ordine, ed altro ancora che non cito per dovere di sintesi. Tutto ciò dimostra che c’è molta strada da fare per realizzare una compiuta riforma dell’Ordine dei giornalisti. Il processo, però, sembra avviato. Leggi tutto
assemblea 2015 sala

Assemblea Odg 2015

Un “annus terribilis” il 2014. Una sorta di anno dei “tre Papi”, che ha visto avvicendarsi alla guida dell’Ordine dell’Emilia-Romagna ben tre presidenti. Con questo rimando allegorico (al 1978 e alla storica triade di Pontefici) il presidente del Consiglio regionale Antonio Farnè ha aperto l’incontro annuale dei giornalisti nella bella cornice di Palazzo Grassi, sede del Circolo Ufficiali di Bologna.
pecccc

PEC: convenzione per i giornalisti

Il Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti ha stipulato una convenzione con la società Namirial per dare la possibilità a tutti gli iscritti di dotarsi di una casella di posta elettronica certificata (Pec) a un prezzo molto conveniente
emiliamarche ok

Corso in videoconferenza: esperimento riuscito

Anche 30 giornalisti marchigiani hanno partecipato al seminario del 17 novembre (La politica agricola comunitaria 2014/2020, il principale impegno di spesa dell’unione europea).
Infatti, oltre al centinaio di colleghi presenti in sala a Bologna, diversi iscritti all’ordine
Powered by EPS