Logo Ordine dei Giornalisti Emilia-Romagna

Corsi e seminari per la formazione professionale continua e iniziative.

ENTRA >
Press

Freelance: ci vuole un fisico bestiale?! È anche una questione di “etica”

L’articolo di Elisabetta Ambrosi sul blog de Il Fatto Quotidiano, pubblicato lo scorso 30 giugno, dal titolo Il giornalismo free lance è morto di fame, mi dà l’estro per alcune riflessioni su come viene percepito il mondo dei freelance e/o liberi professionisti nel giornalismo. Quelli che parte dei colleghi “Senior” ama ancora definire “precari”, che da aggettivo è diventato sostantivo. Appellativo che io rifiuto perché contiene il pregiudizio della non riuscita quando per me e molti colleghi è stata una scelta dettata dalla volontà e dalla capacità, anche, di non cullarsi in sogni e attendere cappelli da cui fare passare il proprio riconoscimento. E per molti altri, innegabilmente, l’unica strada percorribile in assenza di possibilità di stabilizzazione.
Però troppe cose in questa professione
fotogiornalismo

Il Cnog biasima con forza la concorrenza sleale verso i fotogiornalisti iscritti all’Odg

Il Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti, riunito a Roma il 27 e 28 giugno 2017, ha approvato questa mozione.
I fotogiornalisti iscritti all’Albo continuano a lamentare la presenza nelle manifestazioni sportive di fotografi non appartenenti all’Ordine che alimentano situazioni di concorrenza sleale e di abuso dell’esercizio della professione, che danneggia gravemente la condizione di chi vive dei servizi che riesce a realizzare.
Il Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti rivolge un forte appello a Coni, Figc serie A e B, Lega Basket, Rugby, Atletica leggera, Pallavolo, Pallamano, Baseball affinché vigilino maggiormente sulle richieste di accredito e sui i requisiti d’accesso necessari per documentare le manifestazioni sportive professionistiche.
regione_emilia

Approvata Legge regionale sull’editoria locale. L’Aser auspica risorse adeguate

Via libera ai nuovi provvedimenti a sostegno dell’editoria emiliano-romagnola. La tanto attesa legge regionale sull’editoria locale è stata approvata dall’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna durante la seduta del 20 giugno scorso.
Frutto di un lungo percorso-confronto fra politici, editori e rappresentanti dei giornalisti, la legge prevede misure per il sostegno di emittenti radio-tv, testate locali cartacee e online, agenzie di stampa, con risorse che dovrebbero servire a stabilizzare i precari e favorire l’innovazione tecnologica. Per il 2017 sono stati accantonati 250mila euro, ma l’ammontare del finanziamento, così come i bandi per erogare i fondi, sono delegati alla Giunta regionale.
In un comunicato dell’Associazione Stampa Emilia-Romagna viene sottolineato che
rubbi tonelli per web ok

Addio a Paola Rubbi: il volto più noto, popolare e amato del Tg regionale Rai

Attraversare il centro storico di Bologna con Paola Rubbi significava impiegare un tempo interminabile. Tutti la conoscevano e anche chi l’aveva vista soltanto in tv voleva salutarla, scambiare una parola. E lei sempre con una battuta pronta e affettuosa per tutti. Qualcuno azzardava: “la vedo sempre in tv”. Lei sorrideva compiaciuta, poiché era in pensione dalla Rai da quasi vent’anni. Il segreto del suo successo? Lo spiegava lei stessa, con autoironia, ricordando che si proponeva come la vicina di casa che, affacciata alla finestra, raccontava le ultime notizie. Da far rabbrividire tutti coloro che scrivono manuali di giornalismo televisivo!
Il volto più noto e popolare dei 38 anni della TgR Emilia-Romagna ci ha lasciato all’età di 83 anni, dopo sei mesi di calvario fra cliniche e ospedali. Espressione genuina della
Osservatorio testate online

Un nuovo osservatorio sull’editoria digitale voluto da AgCom e Anso

È nato l’Osservatorio permanente sulle realtà editoriali online. Avviato dall’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni (AgCom), in collaborazione con l’Associazione Nazionale della Stampa Online (Anso), intende monitorare costantemente le testate digitali nazionali e locali.
Per la prima volta, l’Authority effettua un censimento del mercato web con l’obiettivo di fotografare lo stato dell’editoria online e seguire in modo permanente l’evoluzione del settore. Un progetto che dovrebbe consentire “di conoscere l’entità e le caratteristiche peculiari di un mercato vivace come quello locale” con un’analisi che si estende dall’ambito nazionale fino alla dimensione iperlocale.
Fine primario dell’Osservatorio è appunto “monitorare l’evoluzione del settore, nel più
dig awards 2017 premiazione

Al DIG Festival di Riccione assegnati i prestigiosi DIG Awards 2017

Sono stati proclamati i vincitori dei DIG Awards 2017. I premi internazionali, destinati alle migliori inchieste video e ai migliori video reportage della passata stagione, sono stati assegnati (sabato 24 giugno) al DIG Festival di Riccione nell’ambito di una articolata e seguita cerimonia in Piazzale Ceccarini.
Le opere premiate raccontano storie di ogni parte del mondo. Tra i vincitori, anche un progetto d’inchiesta sul trafficante di esseri umani più ricercato del pianeta.
Sei le categorie in concorso, con oltre 220 concorrenti e 23 opere finaliste, prodotte tra Europa (Italia, Francia, Regno Unito, Paesi Bassi, Svezia, Norvegia), Nord Africa (Egitto, Tunisia), Asia (Siria, Iraq, Cina) e Stati Uniti. I premi sono stati assegnati da una giuria internazionale, presieduta da uno dei più
Powered by EPS