Logo Ordine dei Giornalisti Emilia-Romagna

Corsi e seminari per la formazione professionale continua e iniziative.

ENTRA >
DIG2017_2

Al DIG Festival di Riccione 16 workshop dell’Academy con crediti Odg

Sicurezza digitale, hacking, whistleblowing, censorship e altri temi “caldi” di stringente attualità sono al centro di seminari e laboratori proposti da DIG Academy nell’ambito del DIG Festival di Riccione (23-25 giugno).
16 workshop formativi con crediti Odg (alcuni in lingua inglese), validi per la formazione professionale continua dei giornalisti, distribuiti nelle tre giornate del Festival e collocati fra Academy Room e Hacking Room a Palazzo del Turismo in Piazzale Ceccarini.
DIG | Documentari Inchieste Giornalismi è un network che riunisce alcuni dei migliori reporter europei e lavora per diffondere un giornalismo di qualità. Attraverso DIG Academy da sempre propone una formazione specialistica per i professionisti
CASAGIT carosello_speciale_edizioni_400x180px_d_29_03-4-720x340

Al via le Elezioni Casagit. Info, modalità, password necessarie per votare online

Da martedì 6 e fino a sabato 10 giugno si tengono le elezioni della Casagit. Nella seconda metà di maggio è stata spedita per posta da Casagit la lettera con la password necessaria a votare. I colleghi che non l’hanno ricevuta, possono chiedere un duplicato al “Call center elezioni” (tel. 06.54883333), che durante le operazioni di voto (dal 6 al 10 giugno) è attivo tutti i giorni dalle ore 9 alle 18.
Come si vota: tra le ore 9 del 6 giugno e le ore 18 del 10 giugno si vota per via telematica collegandosi a www.casagit.it e poi cliccando su “Speciale elezioni”. È necessario il codice socio (o numero posizione socio) riportato sulla Casagit Card (o su tutte le comunicazioni inviate da Casagit, come le distinte di liquidazione) e la password spedita al socio per lettera (o dal
17627825 - vintage phone, old typewriter, books on table desaturated photo

Giornalisti in piazza contro querele temerarie e minacce ai cronisti

Giornalisti in piazza Montecitorio, a Roma, questa mattina per partecipare al presidio organizzato dalla Fnsi per chiedere al Governo e al Parlamento provvedimenti concreti per contrastare il fenomeno delle querele temerarie, delle minacce ai cronisti e sui temi del lavoro e del precariato.
Il sit in, oltre al sostegno di numerose associazioni di giornalisti, ha visto la partecipazione del Cnog, dell’Inpgi, della Casagit, dell’Unione Nazionale Cronisti Italiani e di Articolo 21.
Dal sito del Cnog.






LOGO_jpg

Pubblicato il Decreto su composizione e competenze del Consiglio nazionale

Nel numero 115, Serie Generale, della Gazzetta Ufficiale del 19 maggio 2017, è stato pubblicato il Decreto Legislativo 15 maggio 2017, n. 67, recante “Revisione della composizione e delle competenze del Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti, in attuazione dell’articolo 2, comma 4, della Legge 26 ottobre 2016, n. 198”.
Il Decreto Legislativo è entrato in vigore il 20 maggio 2017.
Dal sito del Cnog.







reporter per la terra

Earth Day Italia: approda a Bologna il Premio Reporter per la Terra 2017

Si svolgerà a Bologna la cerimonia finale del Premio Reporter per la Terra 2017 promosso da Earth Day Italia. L’importante riconoscimento verrà consegnato il 5 giugno alle ore 10 nella Cappella Farnese di Palazzo d’Accursio (Piazza Maggiore 6).
Ogni anno Earth Day Italia promuove una riflessione sui principali avvenimenti ambientali apparsi sui media, attraverso un premio rivolto a giornalisti e fotografi che con il loro lavoro hanno cercato di sensibilizzare l’opinione pubblica rispetto alla tutela del Pianeta.
Un comitato di esperti seleziona i migliori reportage fotografici e individua i giornalisti che più si sono distinti per la capacità di portare all’attenzione del grande pubblico, con un linguaggio semplice e diretto, temi troppo spesso trascurati.
50fd048dd6b82a669264a39239be3067

Stampa in piazza per dire basta a precariato, querele temerarie, minacce

Lotta al precariato, querele temerarie e minacce ai cronisti, la Fnsi in piazza: «Il Governo rispetti gli impegni». «Nei decreti attuativi sull’editoria accolte solo le richieste degli editori, mentre il precariato è ormai dilagante e informazione precaria vuol dire informazione più debole», ha spiegato il segretario Lorusso. «C’è stato un impegno a prendere dei provvedimenti, è giunto il momento di passare dalle parole ai fatti», ha ribadito il presidente Giulietti.
«A Governo e Parlamento chiediamo solo una cosa: di rispettare gli impegni presi sui temi della lotta al precariato nel settore giornalistico, del contrasto alle querele temerarie, della riforma del reato di diffamazione». Il segretario generale della Federazione nazionale della stampa italiana, Raffaele Lorusso, ha concluso così il sit-in
Powered by EPS