Logo Ordine dei Giornalisti Emilia-Romagna

Corsi e seminari per la formazione professionale continua e iniziative.

ENTRA >

Approvate le Linee Guida per la riforma dell’Ordine dei Giornalisti nelle sedute del Consiglio nazionale del 15, 16 e 17 ottobre 2018. Conferenza stampa del presidente Carlo Verna per illustrare la proposta di rinnovamento

Si è tenuta martedì 17 ottobre nella sede romana dell’Ordine dei Giornalisti la conferenza stampa del presidente del Consiglio nazionale Carlo Verna per illustrare le Linee Guida per la riforma dell’Ordine dei Giornalisti (video con interventi del Presidente Odg e di altri rappresentanti degli organismi di categoria a questo link).
La proposta di riforma è stata siglata, a larga maggioranza, dopo una intensa tre giorni di Consiglio nazionale dell’Ordine a cui hanno preso parte anche tutti i presidenti e vicepresidenti degli Ordini regionali.

Un giardino per Ilaria Alpi a Bologna. Il Comune intitola un’area verde alla giornalista tragicamente scomparsa. Il contributo “dal vivo” del consigliere Odg Michelangelo Bucci sottolinea l’attenzione dei giovani per la buona informazione e i fulgidi esempi di giornalismo


È in via Emilia Ponente, accanto all’Ospedale Maggiore, l’area verde che il Comune ha dedicato alla giornalista del Tg3 Rai uccisa a Mogadiscio nel 1994. L’intitolazione del Giardino Ilaria Alpi si è svolta il 9 ottobre con Susanna Zaccaria, assessora comunale alle Pari opportunità. Presente il consigliere dell’Ordine regionale dei Giornalisti Michelangelo Bucci. Questa la sua testimonianza attenta, critica, partecipata.

La prestigiosa pubblicazione Psicologia e Lavoro festeggia il cinquantesimo. Il ritratto del suo fondatore Enzo Spaltro nella significativa riflessione su futuro e formazione del vicepresidente dell’Odg Emilio Bonavita

Sono cinquant’anni dalla fondazione della rivista Psicologia e Lavoro, un trimestrale fondato nel 1968 dal professor Enzo Spaltro (oggi splendido ottantanovenne), mio professore all’università nei lontani anni settanta e maestro.
Cinquant’anni di ricerche e articoli dedicati al mondo del lavoro inteso non meramente nell’accezione delle relazioni industriali, ma approfondito e sviluppato intorno allo studio di tutte le componenti “umane” che entrano in gioco in riferimento al mercato del lavoro. Una storia che ha visto susseguirsi negli anni i commenti e le valutazioni sulle varie teorie, relative a questi temi, che di volta in volta si sono affacciate agli onori della cronaca.

Par condicio e informazione istituzionale: una legge da rivedere?. A Bologna un convegno sulla legge n.28 del 2000 con il presidente nazionale dell’Odg Carlo Verna e relatori d’eccezione. L’evento è accreditato dall’Ordine per la formazione professionale continua dei giornalisti

È promosso da Conferenza delle Assemblee legislative delle Regioni e delle Province autonome, attraverso il coordinamento dei capi ufficio stampa dei parlamenti regionali, il convegno-dibattito Par condicio e informazione istituzionale: una legge da rivedere?, in programma a Bologna, il 22 ottobre dalle ore 9.30 alle 13, presso la Sala Polivalente “Guido Fanti” dell’Assemblea legislativa – Regione Emilia-Romagna (Viale Aldo Moro, 50). Una convention nazionale, ma soprattutto un’occasione per analizzare la legge 28/2000 e il suo impatto sull’informazione prodotta dalla PA, che vede i principali attori istituzionali (Vigilanza Rai, Agcom, Ordine dei giornalisti, Corecom regionali) impegnati a valutare una proposta di riforma della legge stessa.

Senza l’Ordine l’informazione sarà meno libera. Deontologia e formazione non sono abrogabili. La decisa presa di posizione dei presidenti e vicepresidenti degli Odg regionali


I venti Ordini regionali dei giornalisti hanno sottoscritto una presa di posizione favorevole ad una riforma dell’ente, ma nettamente contraria alla sua abrogazione, cosa, quest’ultima, più volte preannunciata dal Sottosegretario all’Editoria, Vito Crimi (M5S).
Ecco il testo.
“L’incondizionata libertà di stampa non può essere oggetto di insidie volte a fiaccarne la piena autonomia e a ridurre il ruolo del giornalismo”: parola di Sergio Mattarella, Presidente della Repubblica.
È tornata di attualità la proposta di abolire l’Ordine dei giornalisti.

Il settimanale Vita Nuova di Parma licenzia due colleghe rifiutando i contratti di solidarietà. Un atto “illegittimo” e antisindacale per Aser e Slc-Cgil. Decisa presa di posizione di Ucsi Emilia-Romagna. Lettera aperta di un gruppo ecclesiale al Vescovo di Parma, al presidente dell’Opera diocesana San Bernardo degli Uberti e ai vicari della diocesi


Vita Nuova, il settimanale della Diocesi di Parma, annuncia la propria trasformazione in inserto settimanale del quotidiano cattolico Avvenire e licenzia due dipendenti su quattro, una giornalista e una poligrafica/grafica con mansioni polivalenti, nonostante la possibilità di accedere ai contratti di solidarietà che avrebbero garantito per 36 mesi la stessa riduzione del costo di lavoro.
Powered by Warp Theme Framework