Logo Ordine dei Giornalisti Emilia-Romagna

Corsi e seminari per la formazione professionale continua e iniziative.

ENTRA >
CASAGIT carosello_speciale_edizioni_400x180px_d_29_03-4-720x340

Elezioni Casagit 2017: info, modalità tecniche, password necessarie per votare

Le elezioni della Casagit si tengono dal 6 al 10 giugno. Nella seconda metà di maggio sarà spedita per posta da Casagit la lettera con la password necessaria a votare. Se non arrivasse entro fine mese dal 26 maggio si potrà chiedere un duplicato al “Call center elezioni” (tel. 06.54883333), che fino al 5 giugno sarà attivo dalle ore 9.30 alle ore 16.30 nei giorni lavorativi. Durante le operazioni di voto (dal 6 al 10 giugno) il “Call center elezioni” sarà invece attivo tutti i giorni dalle ore 9 alle 18.
Possono votare giornalisti iscritti a Odg, titolari pensione diretta Inpgi, iscritti Odg con pensione da enti diversi, purché associati dal luglio 2016 e non morosi alla data dell’8 marzo 2017. Non possono votare invece gli iscritti ai Nuovi Profili (Due, Tre e Quattro), giornalisti sospesi da Odg
LOGO_jpg

Pubblicato il Decreto su composizione e competenze del Consiglio nazionale

Nel numero 115, Serie Generale, della Gazzetta Ufficiale del 19 maggio 2017, è stato pubblicato il Decreto Legislativo 15 maggio 2017, n. 67, recante “Revisione della composizione e delle competenze del Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti, in attuazione dell’articolo 2, comma 4, della Legge 26 ottobre 2016, n. 198”.
Il Decreto Legislativo è entrato in vigore il 20 maggio 2017.
Dal sito del Cnog.







50fd048dd6b82a669264a39239be3067

Stampa in piazza per dire basta a precariato, querele temerarie, minacce

Lotta al precariato, querele temerarie e minacce ai cronisti, la Fnsi in piazza: «Il Governo rispetti gli impegni». «Nei decreti attuativi sull’editoria accolte solo le richieste degli editori, mentre il precariato è ormai dilagante e informazione precaria vuol dire informazione più debole», ha spiegato il segretario Lorusso. «C’è stato un impegno a prendere dei provvedimenti, è giunto il momento di passare dalle parole ai fatti», ha ribadito il presidente Giulietti.
«A Governo e Parlamento chiediamo solo una cosa: di rispettare gli impegni presi sui temi della lotta al precariato nel settore giornalistico, del contrasto alle querele temerarie, della riforma del reato di diffamazione». Il segretario generale della Federazione nazionale della stampa italiana, Raffaele Lorusso, ha concluso così il sit-in
festivalcomuncazionecesena

Festival della comunicazione di Cesena. Tanti eventi e 4 corsi Fpc per i giornalisti

“Comunicare speranza e fiducia nel nostro tempo”. È questo il filo rosso (e il titolo del messaggio di Papa Francesco) che lega i numerosi appuntamenti del Festival della Comunicazione di Cesena in programma dal 19 al 29 maggio.
La XII edizione della rassegna, promossa da Paolini e Paoline in favore del territorio, si propone di riflettere sui molteplici aspetti della comunicazione di oggi coinvolgendo realtà del tessuto culturale, sociale, religioso (con tanti partner, patrocini, collaborazioni) e figure di spicco come don Luigi Ciotti, Antonia Arslan, Massimo Cacciari.
Come di consueto, il festival si svolge nella settimana precedente la Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali (28 maggio). Tutti gli eventi sono a ingresso libero e si rivolgono a professionisti dell’informazione
17627825 - vintage phone, old typewriter, books on table desaturated photo

Giornalisti in piazza contro querele temerarie e minacce ai cronisti

Giornalisti in piazza Montecitorio, a Roma, questa mattina per partecipare al presidio organizzato dalla Fnsi per chiedere al Governo e al Parlamento provvedimenti concreti per contrastare il fenomeno delle querele temerarie, delle minacce ai cronisti e sui temi del lavoro e del precariato.
Il sit in, oltre al sostegno di numerose associazioni di giornalisti, ha visto la partecipazione del Cnog, dell’Inpgi, della Casagit, dell’Unione Nazionale Cronisti Italiani e di Articolo 21.
Dal sito del Cnog.






ilconformistaromantico ok per web

Il conformista romantico. Un’avvincente storia postuma di Donatella Gorini

Ha pubblicato otto romanzi Donatella Gorini, ma l’ultimo non ha avuto il tempo di presentarlo. È Il conformista romantico, un racconto originale, intenso, calato nelle questioni “calde” degli anni che tratteggia.
La scrittrice, decana dei giornalisti pubblicisti dell’Emilia-Romagna, è scomparsa in ottobre dell’anno scorso senza riuscire a proporre al pubblico questa sua opera della maturità. Oggi Donatella Gorini non c’è più, ma rivive nelle pagine del libro, “uno dei più belli” in cui si rivela appieno il suo stile singolare.
E rivive nei cuori degli amici più cari che hanno organizzato una presentazione del volume a Bologna, giovedì 25 maggio alle ore 16.30 nella sede della Famèja Bulgnèisa (via Barberia, 11).
Il conformista romantico, pubblicato da In.edit editore, propone una narrazione
Powered by EPS