Logo Ordine dei Giornalisti Emilia-Romagna

Corsi e seminari per la formazione professionale continua e iniziative.

ENTRA >
UNA CROCE TRA GLI ALPINI _copertina_bis

Una croce tra gli alpini nella narrazione struggente di Paolo Poponessi

Un nuovo racconto-verità tra storia, memoria, emozione scritto dalla penna intensa e sensibile del giornalista Paolo Poponessi. È Una croce tra gli alpini, pubblicato dalla casa editrice Il Cerchio di Rimini e incentrato sulla figura di don Carlo Poponessi, tenente cappellano della Brigata alpina “Julia” morto nel 1943 in campo di prigionia a Tambov in Russia.
Partendo dalle vicende del sacerdote, medaglia d’argento al valor militare, in servizio durante il conflitto in Etiopia e poi tra gli alpini in Grecia e in Russia, il libro ripercorre la storia dell’Italia e degli italiani coinvolti nelle guerre che afflissero il ventennio della dittatura fascista e rinnova con commozione il ricordo delle tante vite sconvolte e perdute.
Attraverso gli avvenimenti biografici
Giulialibro stop violenza donne cover

Stop violenza: le parole per dirlo. Un libro-progetto di GiULiA Giornaliste

La violenza contro le donne “è assai più che un’emergenza: è un fenomeno strutturale”. Da questa convinzione è nato il nuovo manuale di GiULiA Giornaliste Stop violenza: le parole per dirlo. Un libro-progetto generato dalla salda idea che “l’informazione può – e deve – avere un ruolo importante per contrastare la violenza contro le donne”, che l’informazione corretta, completa, esaustiva è “tra le azioni necessarie per porre un freno a questi delitti che rappresentano una sconfitta sociale e culturale per tutti noi, cittadine e cittadini”.
Le giornaliste dell’associazione GiULiA si sono sentite in dovere di realizzare una guida sul “linguaggio della non violenza”, perché le parole non feriscano una seconda volta. Come sottolineano nell’introduzione al volume, il linguaggio è “un elemento
Lettera22 COP

Lettera 22 a un calcio che non c’è più: un libro-ricordo di Francesco Gabellini

Come sarà il futuro del calcio italiano? Dare uno sguardo al passato magari può aiutare a trovare l’energia per ripartire con rinnovato entusiasmo. Perché “il calcio di una volta avrebbe ancora tanto da insegnare a quello di oggi”. Lo crede sinceramente Francesco Gabellini, autore dell’appassionato libro-ricordo Lettera 22 a un calcio che non c’é più, edito da BCC di Gradara.
Il volume raccoglie scritti, testimonianze, immagini e ricordi di amici che si accomunano e legano tra loro: “storie che andrebbero disperse nel tempo e invece costituiscono importanti tasselli di memoria collettiva”.
Nella narrazione, scorrevole e partecipata, si rievocano aneddoti, personaggi, luoghi e usanze di un calcio di provincia: “quel calcio che oggi non avrebbe nessun valore nei
libro nigro bis

Insolite vicende tra latte e politica svelate da Luciano Nigro e Luciano Sita

Un singolare libro-intervista scritto a quattro mani da Luciano Nigro e Luciano Sita. È Latte, soldi e politica. Vent’anni di battaglie della Granarolo tra gli scandali della prima Repubblica e i crac di Cragnotti e Parmalat, pubblicato dalla Società editrice il Mulino.
Cosa c’è di più pulito, di più puro del latte? Nulla, verrebbe da rispondere. Tuttavia, nel raccontare come la Granarolo è diventata l’impresa numero uno del settore lattiero-caseario italiano, Luciano Sita (che l’ha guidata dal 1991 al 2009) svela un mondo tutt’altro che immacolato. Intervistato da Luciano Nigro, Sita apre l’album dei ricordi e “ricostruisce la storia a lieto fine di una cooperativa a un passo dal fallimento, che in dieci anni è riuscita a diventare la regina italiana del latte grazie al lavoro di migliaia di allevatori, agli investimenti in nuove
Il santuario degli Obici (cover)

I “segreti” del Santuario degli Obici svelati da Maria Alessandra Molza

Il Santuario degli Obici al Finale dell’Emilia. La storia, le scoperte, i segni. È questo il titolo del bel libro di Maria Alessandra Molza, pubblicato da Baraldini Editore. Un volume insolito e di interesse, che propone la prima indagine sul leggendario luogo di culto, di cui vengono rivelati “segreti”, curiosità e risvolti inediti.
La singolare e partecipata narrazione dell’autrice – giornalista, scrittrice, sensibile ricercatrice – introduce i lettori fra misteri, leggende, vicende storiche del Santuario.
Situato in una vastissima tenuta, che era dei Marchesi Obizzi, il piccolo Santuario degli Obici è meta costante di pellegrini che vengono da ogni parte d’Italia e anche dall’estero per visitarlo e contribuisce alla notorietà di Finale Emilia. La piccola chiesa si ritrova già nelle carte topografiche del ‘600.
cover david rossi

David Rossi: un suicidio “sospetto”. Il libro-inchiesta di Davide Vecchi

La vicenda Monte dei Paschi di Siena continua ad attirare l’attenzione. Potrebbero esserci novità sui misteri che avvolgono la tragica morte di David Rossi, responsabile dell’area comunicazione della banca senese, precipitato dalla finestra del suo ufficio. Una morte troppo frettolosamente archiviata come suicidio.
Davide Vecchi, inviato del Fatto Quotidiano, è autore del libro-inchiesta Il caso David Rossi, il suicidio imperfetto del manager Monte Paschi di Siena, pubblicato da Chiarelettere nella collana “Misteri italiani”.
Nel volume dedicato alla “misteriosa” morte del manager di Mps, Vecchi rileva tutte le incongruenze, i “buchi” nelle indagini, le verifiche non fatte e altro ancora. Ed è a processo – assieme alla vedova Antonella Tognazzi – per la pubblicazione dei messaggi
Powered by EPS