Logo Ordine dei Giornalisti Emilia-Romagna

Corsi e seminari per la formazione professionale continua e iniziative.

ENTRA >
cover deontologia tu ok

La deontologia del giornalista: dalle Carte al Testo unico con un pizzico di etica in più

È in vigore dal 3 febbraio scorso il Testo unico dei doveri del giornalista e ora è disponibile il testo ufficiale a stampa con note e allegati. Scritto e commentato da Michele Partipilo (con un contributo di Franco Elisei sui minori), il volume entra nel vivo del nuovo “compendio” che ha raccolto il poderoso corpus deontologico della categoria cercando di armonizzare i precedenti documenti (15 carte, codici, vademecum, protocolli, glossari varati a partire dal 1988).
Leggi tutto
erdem_gule_and_can_dundar

Solidarietà a Dundar e Gul. Riparte il processo ai due giornalisti turchi

Immanuel Kant scriveva che “la violazione del diritto avvenuta in un punto della terra è avvertita in tutti i punti”. Vogliamo sperare, allora, che sia anche per questo che il processo a Can Dundar, direttore del quotidiano turco d’opposizione Cumhuriyet, e del capo della redazione di Ankara dello stesso giornale Erdem Gul, sta attirando l’attenzione della comunità internazionale. Una vicenda che rimbalza ben al di là del Bosforo, e che sta generando proteste, denunce, prese di posizione ufficiali.
Leggi tutto
giustizia aemilia ok

Processo Aemilia: sentenza storica per i riti abbreviati. Risarciti anche l’Odg Emilia-Romagna e l’Aser

58 condanne, per un totale di oltre 300 anni di carcere. Si è chiusa con queste cifre importanti la parte dei riti abbreviati del processo “Aemilia”, che ha tenuto le sedute dell’udienza preliminare a Bologna.
Anche se le pene sono state più basse di quelle richieste dai pm (non va dimenticato che in “abbreviato” sono scontate di un terzo) e si sono registrate una decina di assoluzioni, è una sentenza storica, che non ha precedenti in questa regione in un dibattimento contro la ‘ndrangheta.
Leggi tutto
vartolo ok

La libera stampa ha il compito di svelare ciò che il potere vorrebbe tenere celato. Processo “Aemilia”: un intreccio solidale fra Ordine, Sindacato e giornalisti minacciati

È avvocato penalista Valerio Vartolo, in particolare si occupa della difesa dei giornalisti coinvolti in procedimenti giudiziari. È responsabile dello staff legale di Ossigeno per l’Informazione e collabora con l’associazione Articolo21 per la tutela della libertà di stampa.
Da ottobre dell’anno scorso è difensore di fiducia dell’Ordine dei giornalisti dell’Emilia-Romagna che, insieme all’Aser, si è costituito parte civile nel processo “Aemilia”, la maxi udienza che sta facendo luce sulle infiltrazioni e il malaffare della ‘ndrangheta nella nostra regione. Leggi tutto
libertà

Libertà di stampa: “48ore per l’informazione” a Roma e Reggio Calabria

La Fnsi promuove una serie di eventi in occasione della Giornata mondiale della libertà di stampa (che si celebra il 3 maggio). “48ore per l’informazione” è il titolo dell’articolata iniziativa che la Federazione nazionale della stampa italiana organizza insieme a UsigRai, Articolo 21, Reporters sans Frontieres Italia e Amnesty International Italia il 2 e 3 maggio prossimi.
La “maratona” inizierà a Roma nella mattinata del 2 maggio con diversi sit-in e flash mob creativi davanti al consolato dell’Iran e alle ambasciate di Egitto e Turchia per ricordare Giulio Regeni, le vicende dei giornalisti Can Dündar e Erdem Gül, del fotografo egiziano Shawkan, del cronista iraniano Saharkhiz e di tanti altri.
Sit-in e flash mob creativi si terranno in contemporanea (dalle 10 alle 13) davanti
dig

DIG Festival: a Riccione più di venti corsi Fpc con crediti dell’Ordine

Quatto giorni di alta formazione riservati ai giornalisti. Li propone DIG Festival al CinePalace di Riccione da giovedì 23 a domenica 26 giugno. Tra i docenti, alcuni dei più celebri reporter europei.
DIG non si limita a premiare i migliori reporter, ma con DIG Academy promuove anche importanti momenti formativi per i giornalisti italiani.
La quattro giorni di DIG Festival è una tappa importante e attesa, una grande kermesse del giornalismo con incontri pubblici, spettacoli, proiezioni e la cerimonia finale dei DIG Awards, premi internazionali del giornalismo investigativo.
La manifestazione ha in calendario più di 20 corsi accreditati dall’Ordine dei giornalisti per la formazione professionale continua: una non-stop di seminari, conferenze
sportello ok

Libertà di stampa e querele: è attivo lo Sportello Legale di Ossigeno

In pochi mesi è diventato punto di riferimento per giornalisti e blogger colpiti da accuse pretestuose. Coordinato dagli avvocati Andrea Di Pietro e Valerio Vartolo, lo Sportello Legale di Ossigeno per l’Informazione rappresenta un reale supporto per i cronisti che non dispongono di adeguate risorse personali né del sostegno di editori disposti ad aiutarli per difendersi dalle tante, troppe querele pretestuose e da altre iniziative giudiziarie strumentali.
Lo Sportello è nato da un accordo fra Ossigeno e Mldi (Media Legal Defence Iniziative), una organizzazione non governativa londinese che aiuta giornalisti, blogger e cronisti indipendenti di tutto il mondo a difendere i loro diritti. E giorno dopo giorno dimostra quanto sia necessario
pedalina ok

Addio Maurizio Filipucci, “papà” del Monumento alla Libertà di Stampa

Se n’è andato prematuramente l’ex sindaco di Conselice Maurizio Filipucci: “un uomo perbene, un amico dei giornalisti ma soprattutto una sentinella della democrazia”. Lo ricorda con queste parole la presidente dell’Aser Serena Bersani sottolineando che proprio lui – insieme al Sindacato dei giornalisti regionale e nazionale – realizzò la costruzione del Monumento alla Libertà di Stampa della cittadina ravennate: l’unico di questo genere esistente in Italia.
Filipucci è mancato pochi giorni dopo il 71° anniversario della Liberazione, che ha visto la rimessa in funzione della “pedalina” con cui venivano stampati clandestinamente i fogli antifascisti durante la seconda guerra mondiale. Una pedalina storica, carica di memorie, “cuore” del Monumento alla Libertà di Stampa: simbolo delle battaglie
rsf ok

Libertà di stampa: l’Italia scende al 77esimo posto nella classifica 2016 di RsF

N’attendez pas qu’on vous prive de l’information pour la défendre! (Non aspettate di essere privati dell’informazione per difenderla!). È questo lo spirito che guida Reporters sans Frontières ma, anno dopo, la classifica che registra la “temperatura” della libertà di stampa nel mondo rileva nuove cadute e sconfitte.
L’Italia perde altri 4 “punti” nella graduatoria di RsF 2016 e scivola dalla 73esima posizione dell’anno scorso alla 77esima. Fanalino di coda in Europa, (che comunque rimane l’area in cui c’è maggiore tutela dei giornalisti), è seguita solo da Cipro (81esimo), Grecia (89esima) e Bulgaria (113esima).
Complessivamente la classifica stilata ogni anno dall’organizzazione internazionale su 180 paesi evidenzia un generale
diffamazione saracino

Libertà di informazione e diffamazione: un equilibrio complesso e rischioso

Diritto di critica e di cronaca e reato di diffamazione: un equilibrio difficile che il giornalista deve ricercare ogni giorno rischiando di dover far fronte a denunce spesso senza alcuna tutela legale. Un tema più che mai attuale (in Parlamento si sta ancora discutendo la riforma della legge), al centro del corso Fpc che si è svolto a Modena l’8 aprile scorso, organizzato dall’Associazione stampa modenese. Un corso di 4 ore (con crediti Odg) a cui hanno partecipato tre relatori di alto livello e una platea gremita di colleghi provenienti da varie città della regione.
Dopo l’introduzione del presidente dell’Odg Emilia-Romagna Antonio Farnè, sono intervenuti il colonnello dell’Arma dei carabinieri Domenico Cristaldi, comandante del Reparto operativo speciale di Modena
Powered by EPS