Logo Ordine dei Giornalisti Emilia-Romagna

Corsi e seminari per la formazione professionale continua e iniziative.

ENTRA >
grazzini

Persistenza della notizia e diritto all’oblio: un intreccio complesso non privo di contraddizioni

In quest’epoca ipertecnologica, che vede la produzione-diffusione dell’informazione a ritmo continuo (nei media online h24) emergono nuovi dubbi e interrogativi urgenti.
Uno dei “temi caldi” è la difficile rimozione delle notizie che circolano nella Rete. Ma al centro della riflessione di esperti della comunicazione, giornalisti e giuristi c’è anche il diritto all’oblio. Due questioni complesse, per certi aspetti contraddittorie.
Ne abbiamo parlato con Barbara Grazzini, docente di Diritto della Comunicazione all’Università di Bologna, a margine del seminario di formazione dell’Odg Tecniche e limiti della comunicazione a mezzo stampa nell’era tecnologica. Leggi tutto
don ciotti 1-p_spinelli

Ricerca della verità, responsabilità e libertà sono inseparabili. L’etica è l’obiettivo più importante della nostra professione

L’informazione è un pilastro essenziale delle società democratiche. Deve essere al servizio del bene comune e procedere nel solco della legalità. Però è urgente una riflessione lucida, schietta, profonda «perché ci sono giornalisti seri, attenti, bravi, documentati ma c’è anche chi alimenta la “macchina del fango” con volgarità, spazzatura, disinformazione. Allora, prima di parlare di media e legalità, bisogna interrogarsi sul rapporto dei mezzi di informazione con la libertà e la verità». Queste le parole “calde” e disincantate di don Luigi Ciotti al seminario L’informazione al servizio del bene comune, organizzato dall’Odg Emilia-Romagna insieme al Dipartimento di Scienze dell’Educazione dell’Università di Bologna.
Leggi tutto
cover deontologia tu ok

La deontologia del giornalista: dalle Carte al Testo unico con un pizzico di etica in più

È in vigore dal 3 febbraio scorso il Testo unico dei doveri del giornalista e ora è disponibile il testo ufficiale a stampa con note e allegati. Scritto e commentato da Michele Partipilo (con un contributo di Franco Elisei sui minori), il volume entra nel vivo del nuovo “compendio” che ha raccolto il poderoso corpus deontologico della categoria cercando di armonizzare i precedenti documenti (15 carte, codici, vademecum, protocolli, glossari varati a partire dal 1988).
Leggi tutto
vartolo ok

La libera stampa ha il compito di svelare ciò che il potere vorrebbe tenere celato. Processo “Aemilia”: un intreccio solidale fra Ordine, Sindacato e giornalisti minacciati

È avvocato penalista Valerio Vartolo, in particolare si occupa della difesa dei giornalisti coinvolti in procedimenti giudiziari. È responsabile dello staff legale di Ossigeno per l’Informazione e collabora con l’associazione Articolo21 per la tutela della libertà di stampa.
Da ottobre dell’anno scorso è difensore di fiducia dell’Ordine dei giornalisti dell’Emilia-Romagna che, insieme all’Aser, si è costituito parte civile nel processo “Aemilia”, la maxi udienza che sta facendo luce sulle infiltrazioni e il malaffare della ‘ndrangheta nella nostra regione. Leggi tutto
LOGO_jpg

Cnog: la definizione “baby squillo” viola la Carta di Treviso

Il Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti, riunito a Roma nei giorni 17, 18 e 19 maggio 2016, ha approvato all’unanimità il seguente ordine del giorno:
Il Consiglio Nazionale dell’Ordine dei giornalisti ricorda a tutte le colleghe e ai colleghi che il Testo Unico dei doveri, approvato dal Cnog ed entrato in vigore il 3 febbraio 2016, ha riservato alla Carta di Treviso e a poche altre Carte, il privilegio di comparire come testo autonomo.
L’uso reiterato che molte testate, televisive, cartacee e online, fanno della definizione “baby squillo”, ad esempio, è un’inammissibile violazione di questa Carta. Le bambine sono le vittime e gli uomini che abusano di loro, i pedofili, sono i colpevoli. Per un reato così grave non ci sono attenuanti. Usare i termini corretti è alla
efj ok

“Giornalisti a rischio”: un’indagine promossa da Consiglio d’Europa ed Efj

È stato predisposto dal Consiglio d’Europa, in collaborazione con l’European Federation of Journalists (Efj), il questionario “Giornalisti a rischio”. L’intento è indagare le condizioni di lavoro della stampa europea e approfondire il tema dei rischi legati alla professione (minacce, pressioni indebite, tentativi di imbavagliare la libera stampa).
La ricerca, commissionata dal Dipartimento per la società dell’informazione del Consiglio d’Europa, è rivolta ai giornalisti che operano all’interno dei 47 Stati membri del Consiglio d’Europa e costituisce un’occasione unica per chi voglia contribuire con le proprie intuizioni e opinioni al dibattito su uno dei temi più “caldi” per la comunità del giornalismo continentale.
La partecipazione al questionario (disponibile in inglese, francese, turco, russo
dig

DIG Festival: a Riccione più di venti corsi Fpc con crediti dell’Ordine

Quatto giorni di alta formazione riservati ai giornalisti. Li propone DIG Festival al CinePalace di Riccione da giovedì 23 a domenica 26 giugno. Tra i docenti, alcuni dei più celebri reporter europei.
DIG non si limita a premiare i migliori reporter, ma con DIG Academy promuove anche importanti momenti formativi per i giornalisti italiani.
La quattro giorni di DIG Festival è una tappa importante e attesa, una grande kermesse del giornalismo con incontri pubblici, spettacoli, proiezioni e la cerimonia finale dei DIG Awards, premi internazionali del giornalismo investigativo.
La manifestazione ha in calendario più di 20 corsi accreditati dall’Ordine dei giornalisti per la formazione professionale continua (iscrizioni sulla piattaforma Sigef): una
Bongiovanni_Pietro

Si è spento Pietro Bongiovanni, un gentiluomo del giornalismo emiliano

Professionista dal 1956, medaglia d’oro per i 40 anni di professione e iscrizione all’Albo nel 1996 (quest’anno ricorre il sessantesimo), Pietro Bongiovanni ha lasciato un segno singolare nella storia del giornalismo della nostra regione. Un uomo saggio, onesto, di grande garbo, che ha speso la vita per l’informazione, con semplicità e dignità.

Sergio Fantini gli dedica questo ritratto con gratitudine e affetto.
Ci ha lasciato Pietro Bongiovanni, un carissimo collega che ricordo con un groppo in gola. Piero, così lo chiamavamo, aveva 92 anni. Quando l’incontrai la prima volta era il tempo della gioventù. Faceva il correttore di bozze all’Avvenire d’Italia. Io avevo dato da poco l’esame di maturità e iniziato gli studi
LOGOORDINE_trasp

Nuovo ingresso nel Consiglio dell’Ordine Emilia-Romagna

Michele Smargiassi si è dimesso dal Consiglio regionale dell’Odg.
Al suo posto subentra il giornalista professionista Silvestro Ramunno, che lavora presso Homina PDC, agenzia bolognese attiva nel campo della comunicazione e delle relazioni pubbliche.
A Michele un ringraziamento sincero per il prezioso contributo portato in questi anni all’attività dell’Ordine e a Silvestro un augurio di buon lavoro.
L’insediamento ufficiale del collega Ramunno è avvenuto in occasione della riunione di Consiglio di lunedì 16 maggio 2016.





sportello ok

Libertà di stampa e querele: è attivo lo Sportello Legale di Ossigeno

In pochi mesi è diventato punto di riferimento per giornalisti e blogger colpiti da accuse pretestuose. Coordinato dagli avvocati Andrea Di Pietro e Valerio Vartolo, lo Sportello Legale di Ossigeno per l’Informazione rappresenta un reale supporto per i cronisti che non dispongono di adeguate risorse personali né del sostegno di editori disposti ad aiutarli per difendersi dalle tante, troppe querele pretestuose e da altre iniziative giudiziarie strumentali.
Lo Sportello è nato da un accordo fra Ossigeno e Mldi (Media Legal Defence Iniziative), una organizzazione non governativa londinese che aiuta giornalisti, blogger e cronisti indipendenti di tutto il mondo a difendere i loro diritti. E giorno dopo giorno dimostra quanto sia necessario
Powered by EPS