Logo Ordine dei Giornalisti Emilia-Romagna

Corsi e seminari per la formazione professionale continua e iniziative.

ENTRA >
farne ok

Giornalisti si nasce o si diventa?

Riproponiamo un’interessante e articolata intervista, pubblicata da AD Communications, che il presidente regionale dell’Odg Antonio Farnè ha rilasciato a una giovane collega, molto sensibile rispetto ai temi del giornalismo, alla storia dei nostri organismi di categoria e alle problematiche più attuali della professione.
Un attento bilancio dei primi due anni di mandato presidenziale e un ponte di idealità lanciato verso il futuro del lavoro giornalistico. Leggi tutto
okokok santilli

Grammatica del giornalismo, regole della professione e principi deontologici nel nuovo libro di Luciano Santilli

«Saper scrivere per un giornale, o altri media, non è dote innata. Creatività, letture, studi, viaggi, fiuto, esperienze personali, e una piccola, inevitabile, dose di vanità vorrebbero fluire attraverso le dita sulla tastiera nell’attimo elettrizzante e tormentato della scrittura. Ma non è ancora giornalismo. Bisogna, in aggiunta, seguire regole, talvolta minuziose, pedanti se si vuole, e qualche piccolo trucco per farsi meglio capire e per trasformare un testo in quell’informazione precisa, incisiva, che distingue i giornali (prodotti industriali, non letterari) e i siti di qualità».
Con questo “avviso” ai praticanti e agli aspiranti giornalisti Luciano Santilli introduce alla lettura di Grammatica del giornalismo. Come si scrive per i media, il suo nuovo libro di “cultura giornalistica” pubblicato da goWare Editore.
Leggi tutto
okkk tartaglia

Lineamenti di diritto del lavoro giornalistico: focus di Giancarlo Tartaglia sulla professione (free lance, autonomi e precari compresi). Disponibile anche online

«L’esercizio della professione giornalistica, sia in regime di subordinazione che in regime di autonomia, ha una sua specificità nell’ambito del diritto del lavoro in considerazione del particolare ruolo sociale che il giornalismo è chiamato a svolgere in una società democratica. Soprattutto nella società contemporanea che, non a caso, viene definita società dell’informazione, il giornalista, in quanto mediatore sociale, ha assunto un ruolo di estrema rilevanza per la sua possibilità di influire nella formazione dell’opinione pubblica». Si apre con questa premessa Lineamenti di diritto del lavoro giornalistico, il “volume ragionato” che il direttore della Fnsi Giancarlo Tartaglia ha voluto dedicare ai colleghi e alla professione.
Leggi tutto
tarmur okkkkkkk

Fondazione Murialdi: i quattro enti di categoria uniti per conservare e promuovere la cultura giornalistica

È intitolata a “Paolo Murialdi” (giornalista, scrittore, docente universitario di storia del giornalismo e scienze della comunicazione) la Fondazione di studi sul giornalismo istituita a Roma per volontà di Fnsi, Cnog, Inpgi e Casagit. Nata grazie alla sinergia dei quattro organismi di categoria, ha lo scopo di raccogliere, catalogare e mettere a disposizione di esperti, ricercatori, studenti, cultori la documentazione sulla vita e la storia del giornalismo italiano.
Ne abbiamo parlato con il direttore della Fnsi Giancarlo Tartaglia, recentemente nominato segretario generale della Fondazione con il compito di tenere anche il coordinamento fra gli enti costitutivi (alla presidenza fino al 22 ottobre c’è invece il presidente dell’Odg Enzo Iacopino). Leggi tutto
LOGO_jpg

Cnog: un’indagine sugli uffici stampa privati di cultura e terzo settore

Il Gruppo Uffici Stampa del Consiglio nazionale dell’Odg ha deciso di avviare un’indagine sugli uffici stampa privati scegliendo di effettuare una prima ricognizione su terzo settore e mondo della cultura e dello spettacolo.
L’obiettivo è conoscere meglio la situazione di chi lavora (a diverso titolo) negli uffici stampa di questi due settori.
I risultati saranno raccolti in forma anonima e saranno oggetto di uno specifico momento di confronto.
I colleghi interessati possono compilare il questionario di loro competenza che trovano qui di seguito:
http://www.cnog.it/questionari/terzo_settore.htm
http://www.cnog.it/questionari/cultura.htm
Maggiori info nel sito del Cnog.
piero santi

Ciao Piero! Si è spenta una voce sensibile e ironica della radio bolognese

Se n’è andato Piero Santi, giornalista molto amato e attento a tutte le espressioni della cultura cittadina. Anima della redazione musicale di Radio Città del Capo, curava due trasmissioni di grande successo, Humus e Santi Time (in onda ogni sabato mattina). Dopo più di trent’anni al microfono, è scomparso a soli 54 anni, lasciando un vuoto e tanta tristezza nei cuori di chi l’aveva conosciuto o semplicemente seguito alla radio. Originario di Città di Castello, fin da giovane aveva scelto Bologna per studiare, poi per vivere e lavorare. Era iscritto all’Ordine come pubblicista dal 1996.

Il consigliere dell’Odg Emilia-Romagna Silvestro Ramunno gli dedica questo ricordo con affetto e sincera commozione.
Ascolto Radio Città del Capo e mi rendo
ossigeno logo

Una settimana “nera”: 12 giornalisti minacciati in diverse città italiane

“Buona cronaca a tutti”. Questo afferma con ironico sconforto il direttore di Ossigeno per l’Informazione Alberto Spampinato facendo un triste bilancio degli episodi di minacce, intimidazioni e aggressioni registrati nell’ultima settimana in Italia: 12 giornalisti vittime di attacchi pesanti mentre stavano semplicemente svolgendo il loro lavoro.
Una carrellata veloce sulle incresciose vicende che hanno coinvolto diversi colleghi, un rendiconto che rivela difficoltà e pericoli della professione giornalistica oggi in Italia.
“Ci sono settimane come questa in cui gravi violazioni della libertà di stampa, minacce, aggressioni, iniziative giudiziarie preoccupanti si affollano, si addensano, danno l’impressione che tutti i nodi vengono al pettine. Questa è una di quelle settimane. Abbiamo registrato intimidazioni, insulti
okkk dig

DIG Festival: a Riccione è di scena il giornalismo d’inchiesta internazionale

Cinque giorni di incontri, workshop, spettacoli, proiezioni, premiazioni con esperti e ospiti d’eccezione.
Anche quest’anno il grande giornalismo d’inchiesta europeo si dà appuntamento a Riccione per il DIG Festival, in programma da giovedì 23 a domenica 26 giugno (anteprima a San Marino il 22).
La manifestazione, organizzata dall’Associazione DIG | Documentari Inchieste Giornalismi, ruota attorno ai prestigiosi DIG Awards, premi internazionali di video-giornalismo d’inchiesta assegnati da una giuria di esperti il 25 giugno (ore 21.30, piazzale Ceccarini).
Accanto al concorso, DIG Festival prevede numerosi appuntamenti: incontri con giornalisti e protagonisti della cultura, proiezioni in prima assoluta, eventi speciali
giustizia martelletto

Assoluzione con formula piena per l’ex presidente dell’Odg Bombonato

È stato assolto con formula piena, perché il fatto non sussiste, Gerardo Bombonato. Un collega amato e stimato che per molti anni ha fatto parte del Consiglio dell’Ordine giornalisti dell’Emilia-Romagna. Prima è stato segretario, poi per lungo tempo alla presidenza e il 28 aprile 2014 ha rimesso il quarto mandato da presidente dell’Odg regionale proprio dopo il rinvio a giudizio.
Ma oggi (20 giugno), nella seconda udienza del dibattimento (la prima si era celebrata il 5 aprile scorso) il giudice del tribunale di Bologna Silvia Monari lo ha assolto con formula piena, perché il fatto non sussiste. Insieme a Bombonato (che all’epoca dei fatti era capo ufficio stampa dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna) è stato assolto anche Raimond Dassi, ex assessore del Comune di San Lazzaro
okokok fidora

Equo compenso giornalisti autonomi: Cassazione conferma diritto e metodo

Giornalisti autonomi, nuova sentenza sull’equo compenso. La Cassazione si pronuncia sulla determinazione per via giudiziaria in caso di pagamenti troppo distanti da parametri di equità, applicando l’articolo 2233 del codice civile. L’Ordine dei giornalisti ancora senza tabelle ministeriali dei compensi, emanate invece per le altre professioni sin dal 2012. Altra sentenza del Consiglio di Stato conferma l’illegittimità sia delle tariffe approvate nel 2014 senza alcun criterio di coerenza che della decisione di limitarne l’ambito di applicazione: l’equo compenso è un diritto di tutti i giornalisti.
Una recentissima sentenza della Cassazione ha riproposto il tema dell’equo compenso del lavoro giornalistico autonomo. Si tratta della sentenza della Corte di Cassazione
Powered by EPS