Logo Ordine dei Giornalisti Emilia-Romagna

Corsi e seminari per la formazione professionale continua e iniziative.

ENTRA >
assemblea 2015 sala

Assemblea 2015. Bilanci, progetti, novità sui mezzi informativi dell’Odg. E un monito: la formazione è il viatico principale alla qualità dell’informazione

Un “annus terribilis” il 2014. Una sorta di anno dei “tre Papi”, che ha visto avvicendarsi alla guida dell’Ordine dell’Emilia-Romagna ben tre presidenti. Con questo rimando allegorico (al 1978 e alla storica triade di Pontefici) il presidente del Consiglio regionale Antonio Farnè ha aperto l’incontro annuale dei giornalisti nella bella cornice di Palazzo Grassi, sede del Circolo Ufficiali di Bologna.

Leggi tutto
non oltre Santo

Servono deontologia, responsabilità e preparazione culturale. È una sfida molto dura, ma si può vincere se Odg e Fnsi sono al fianco dei giornalisti

Storico giornalista del Tg3, socio fondatore di “Articolo 21” per la difesa della libertà di stampa, presidente e direttore responsabile di “Libera informazione” (costola di “Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie”), Santo Della Volpe è autore di numerose pubblicazioni sui temi della lotta alle mafie, ha alle spalle un lungo percorso di impegno professionale, sociale, culturale e da quest’anno è presidente della Federazione nazionale della stampa italiana.

Leggi tutto
ok ocse libertà sicurezza

Le minacce ai giornalisti indeboliscono la democrazia

La rappresentanza serba dell’Osce (Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa), con il sostegno del rappresentante Osce per la libertà dei media, ha organizzato una conferenza di due giorni (26 e 27 marzo) a Belgrado sulla tutela della sicurezza e dell’integrità dei giornalisti nei paesi dell’Osce.

“Dopo l’assalto terroristico a Charlie Hebdo non è più tempo di parlare accademicamente della necessità di proteggere attivamente la sicurezza dei giornalisti, è tempo di agire. In ogni Paese occorrono misure concrete”. Sono le parole con cui la rappresentante dell’Osce per la Libertà di stampa, Dunja Mijatovic, ha aperto i lavori Leggi tutto
ansa

Casa Ansa di Carlo Gambalonga

L’Ansa ha compiuto settant’anni (il 15 gennaio scorso). Tanti ne sono passati da quando venne trasmessa la prima notizia sui bombardamenti alleati in Germania, nella fase finale della Seconda Guerra Mondiale. Da allora, giorno dopo giorno, la cooperativa nata per iniziativa dei quotidiani pubblicati nelle regioni liberate d’Italia, tiene d’occhio e racconta le vicende “minuto per minuto”.
Carlo Gambalonga, ex vicedirettore vicario dell’Ansa, ha racchiuso in un libro la storia dell’agenzia stampa, che è “metafora della storia d’Italia”. E ha scelto di dedicare il volume ai colleghi Pasquale Faiella e Francesco Marabotto, che “rappresentano le due anime dell’Ansa: il primo l’impeto
sosta forzata

Chiude “Sosta Forzata”. Solidarietà di Aser e Fnsi alla redazione carceraria

Il giornale del penitenziario piacentino – attivo da undici anni e diretto dalla collega Carla Chiappini – ha dovuto sospendere le pubblicazioni, “senza ricevere motivazioni ufficiali circostanziate da parte della direzione del carcere”.
Sosta Forzata è nato come allegato del giornale diocesano Il Nuovo Giornale, con una tiratura di 4.500 copie e il coinvolgimento di una ventina di detenuti-giornalisti ogni anno.
I redattori del giornale Ristretti orizzonti hanno lanciato un appello in cui si chiedono se davvero ci sia la volontà che “le carceri diventino luoghi trasparenti e dignitosi
fnsi bologna libera

A Bologna il giornalismo con Libera contro le mafie. Della Volpe: “Se condizionata non è informazione”

Il mondo del giornalismo al fianco di Libera nelle Giornate dell’Impegno e della Memoria delle vittime di mafia (21 e 22 marzo), nel ricordo dei 9 giornalisti uccisi dalle mafie dal dopoguerra a oggi.
La Federazione nazionale della stampa italiana ha partecipato – con il suo presidente Santo Della Volpe – alla marcia che ha attraversato Bologna per ricordare le vittime della criminalità organizzata e a due seminari su informazione, inchieste e presenza mafiosa in Emilia-Romagna, che si sono svolti nel pomeriggio del 21 marzo.
de carli 2

Premio giornalistico “Giuseppe De Carli”

Terza edizione del concorso per l’informazione religiosa destinato a giornalisti professionisti, pubblicisti, praticanti o corrispondenti esteri che operano nei settori della carta stampata, dell’emittenza radiofonica e televisiva, dei nuovi media, in testate nazionali ed estere.
Il Premio viene attribuito a operatori dell’informazione per articoli e servizi apparsi dall’1 aprile 2014 al 30 aprile 2015 su testate nazionali, internazionali o locali, che hanno come tema centrale l’informazione religiosa nei sui molteplici aspetti
La data ultima per la consegna del materiale è il 30 giugno 2015.
premio miriam mafai

Premio giornalistico Miriam Mafai

Seconda edizione del concorso dedicato alla giornalista, scrittrice e politica italiana, scomparsa nel 2012.
L’Associazione Stampa Romana – in collaborazione con Ordine dei giornalisti del Lazio, Fnsi, Associazione Miriam Mafai, Gruppo Editoriale L’Espresso – promuove l’edizione 2015 del premio. Le domande devono essere inviate entro il 24 aprile.
Miriam Mafai diceva del lavoro del giornalista: “Il bello del nostro mestiere è nello stare giorno per giorno dentro le cose, capire o cercare di capire tutto ciò che di nuovo si manifesta in tutte le pieghe della società: essere i testimoni e i garanti del possibile che emerge.
meno ok

Fnsi: Lorusso e Della Volpe invitano i colleghi a firmare la petizione online #menogiornalimenoliberi

La Federazione Nazionale della Stampa Italiana ha aderito alla campagna #menogiornalimenoliberi. Il Segretario generale Raffaele Lorusso e il Presidente Santo Della Volpe hanno inviato al Consiglio nazionale, alla Giunta Esecutiva e alle Associazioni regionali di stampa una lettera aperta nella quale invitano a firmare e far circolare tra i colleghi la petizione online.
La Fnsi – insieme a Alleanza delle Cooperative Italiane Comunicazione, Articolo 21, Mediacoop, Fisc, File, Sindacato Lavoratori Comunicazione Cgil, Associazione Nazionale stampa online, Unione Stampa Periodica Italiana – ha aderito alla campagna
Powered by EPS