Logo Ordine dei Giornalisti Emilia-Romagna

Corsi e seminari per la formazione professionale continua e iniziative.

ENTRA >
Alberto Sermoneta ok

Il dialogo interreligioso e un’etica comune sono possibili però serve una base condivisa di civiltà. L’informazione è inesatta ma la precarietà non giustifica la distorsione della realtà: il giornalista deve dire la verità

Alberto Sermoneta ha radici romane ma ormai da vent’anni è Rabbino Capo della Comunità Ebraica di Bologna. È una persona di profonda e rigorosa cultura, che trasmette con semplicità, passione, desiderio di “seminare” conoscenza. Tiene lezioni, conferenze, corsi tematici aperti a tutta la città: al Museo Ebraico è seguito da studenti, cultori, gente curiosa di scoprire i “segreti” dell’ebraismo. Rav Sermoneta è arguto, versatile, ironico e, come tutti gli ebrei, animato da una grande positività esistenziale. Il Tavolo interreligioso sulla custodia del Creato e il G7 Ambiente di Bologna sono stati il preambolo di questa conversazione. Leggi tutto
lorusso10

Il Governo dovrebbe aprire un tavolo sull’emergenza occupazione del settore giornalistico. Un’informazione precaria indebolisce la democrazia e crea disuguaglianze nella professione. Inclusione è la parola d’ordine

Raffaele Lorusso è segretario generale della Federazione nazionale della stampa italiana (Fnsi). Da quando è stato eletto, al XXVII Congresso di Chianciano Terme nel gennaio 2015, concilia la professione di quotidianista a Repubblica con un’intensa attività nel Sindacato unico dei giornalisti. In questa chiacchierata mette a fuoco le questioni più nevralgiche della professione e individua criticità e urgenze del cosiddetto “lavoro autonomo”, che ormai in maniera cronica significa precarietà professionale. Si esprime senza eufemismi rispetto allo stato attuale dell’informazione e alla difficile condizione della stampa italiana. Ma non demorde, cerca di agire nel segno del “noi” rispettando il senso profondo della parola sindacato (dal greco, “giustizia insieme”). Leggi tutto
zuppi ansa

L’etica, il dialogo interreligioso e interculturale, le scelte dei politici sono importanti per la difesa del Creato. L’informazione libera è il fondamento delle società democratiche ma va sconfitta la precarietà dei giornalisti

Sua Eccellenza Monsignor Matteo Maria Zuppi è Arcivescovo Metropolita di Bologna ma soprattutto è un sacerdote-antropologo attento ai “misteri della vita quotidiana”. È un Pastore della Chiesa aperto alle sfide del presente, pronto a combattere fragilità, complessità, criticità del nostro essere nel mondo con fede profonda, coraggio e grande desiderio di vicinanza a tutte le persone. In questa preziosa chiacchierata abbiamo analizzato il tema dell’ambiente nelle sue diverse declinazioni ma anche le tante implicazioni dell’informazione nel mondo d’oggi e le difficoltà crescenti dovute all’incertezza del lavoro. Leggi tutto
LOGO_jpg

Fissate le date per le elezioni del Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti: 24 settembre, 1 e 8 ottobre

Si svolgeranno tra la fine di settembre e gli inizi di ottobre le assemblee per il rinnovo del Consiglio nazionale in base alle nuove disposizioni del Decreto Legislativo n. 67/2017.
Queste le date inviate ai Consigli regionali dell’Ordine:
domenica 24 settembre 2017, prima convocazione;
qualora sia stato raggiunto il quorum di validità dell’assemblea ma i candidati non abbiano ottenuto la maggioranza dei voti, domenica 1° ottobre avrà luogo votazione di ballottaggio;
domenica 1° ottobre 2017, seconda convocazione (nel caso che nella prima convocazione non sia intervenuta almeno la metà degli iscritti nei rispettivi elenchi, aventi diritto al voto);
qualora i candidati non abbiano ottenuto la maggioranza dei voti domenica 8 ottobre 2017 avrà luogo votazione di ballottaggio. Leggi tutto
regione_emilia

Approvata Legge regionale sull’editoria locale. L’Aser auspica risorse adeguate

Via libera ai nuovi provvedimenti a sostegno dell’editoria emiliano-romagnola. La tanto attesa legge regionale sull’editoria locale è stata approvata dall’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna durante la seduta del 20 giugno scorso.
Frutto di un lungo percorso-confronto fra politici, editori e rappresentanti dei giornalisti, la legge prevede misure per il sostegno di emittenti radio-tv, testate locali cartacee e online, agenzie di stampa, con risorse che dovrebbero servire a stabilizzare i precari e favorire l’innovazione tecnologica. Per il 2017 sono stati accantonati 250mila euro, ma l’ammontare del finanziamento, così come i bandi per erogare i fondi, sono delegati alla Giunta regionale.
In un comunicato dell’Associazione Stampa Emilia-Romagna viene sottolineato che
dig awards 2017 premiazione

Al DIG Festival di Riccione assegnati i prestigiosi DIG Awards 2017

Sono stati proclamati i vincitori dei DIG Awards 2017. I premi internazionali, destinati alle migliori inchieste video e ai migliori video reportage della passata stagione, sono stati assegnati (sabato 24 giugno) al DIG Festival di Riccione nell’ambito di una articolata e seguita cerimonia in Piazzale Ceccarini.
Le opere premiate raccontano storie di ogni parte del mondo. Tra i vincitori, anche un progetto d’inchiesta sul trafficante di esseri umani più ricercato del pianeta.
Sei le categorie in concorso, con oltre 220 concorrenti e 23 opere finaliste, prodotte tra Europa (Italia, Francia, Regno Unito, Paesi Bassi, Svezia, Norvegia), Nord Africa (Egitto, Tunisia), Asia (Siria, Iraq, Cina) e Stati Uniti. I premi sono stati assegnati da una giuria internazionale, presieduta da uno dei più
bis loca ravagli ok

Federico e Angelo Ravagli: padre e figlio protagonisti del giornalismo del ‘900

Federico Ravagli era nato a Bagnacavallo nel 1889. Docente di Lettere per 43 anni, scrittore, poeta, giornalista di cronaca e di elzeviro, raccoglitore meticoloso di memorie. Nel 1926 costituì a Tripoli la Famiglia Romagnola. In Libia, tra il 1924 e il 1931, insegnò Filosofia e Storia. Fu inviato del Resto del Carlino e corrispondente del Giornale d’Italia e dell’Ambrosiano.
Scapigliato e irrequieto, visse intense stagioni di vita goliardica in amicizia con Dino Campana. Ai loro rapporti il Centro Studi Campaniani, la rivista La Piè e Casa Moretti di Cesenatico dedicano sabato 24 giugno un convegno a Marradi, dove sarà reso omaggio anche al figlio Angelo Ravagli, pure lui giornalista, che verrà ricordato da amici e colleghi lunedì 26 giugno (ore 10) in Santa Maria della Vita a Bologna.
57398823 - freelance concept on blackboard

Gestione Separata Inpgi: tempi e modalità per la comunicazione dei redditi

Per i freelance è tempo di comunicazione reddituale. Nel sito dell’Inpgi (Istituto Nazionale di Previdenza dei Giornalisti Italiani) dal 15 giugno è attivo il servizio per l’invio della comunicazione obbligatoria dei redditi percepiti per attività giornalistica autonoma nel corso del 2016.
Il servizio è disponibile online tutti i giorni dalle ore 8 alle 20.
La comunicazione deve essere inviata entro il 31 luglio. L’eventuale invio successivo a questa data comporterà l’applicazione di una sanzione per ritardata comunicazione reddituale.
Sono tenuti alla comunicazione tutti i giornalisti iscritti alla Gestione Separata che hanno svolto attività autonoma giornalistica come liberi professionisti con Partita IVA, come attività occasionale
casagit risultati elezioni 2017

Casagit 2017: gli eletti per Assemblea nazionale e Consulta regionale E-R

Tra conferme e novità, la Casagit (Cassa Autonoma di Assistenza Integrativa dei Giornalisti Italiani) ha eletto gli 80 delegati all’Assemblea Nazionale e i componenti delle 20 Consulte regionali.
Le elezioni Casagit 2017 si sono svolte per via telematica contestualmente in tutte le circoscrizioni e sono terminate alle ore 18 di sabato 10 giugno.
Nella nostra regione i colleghi più votati sono stati Claudio Cumani (120 voti), Lucio Diletti (78), Emilio Marrese (70), Fabrizio Piccinini (61) e Paolo Emilio Pacciani (56). Ha preso voti anche Sergio Fantini (36).
I primi quattro sono delegati all’Assemblea nazionale e assieme al quinto eletto costituiscono la Consulta regionale Casagit.
Quindi, i delegati per l’Assemblea nazionale Casagit sono Claudio Cumani, Lucio Diletti,
DIG-web-covers-161212-festival

DIG Festival e DIG Awards: il giornalismo d’inchiesta è di scena a Riccione

Tre giorni di incontri con i grandi reporter del mondo, talk, proiezioni in prima assoluta, spettacoli, workshop per i professionisti dell’informazione, premiazioni.
Queste e numerose altre proposte di qualità animano la terza edizione di DIG Festival, in programma dal 23 al 25 giugno a Riccione.
L’intera manifestazione si svolge fra Palazzo del Turismo e il centralissimo Piazzale Ceccarini, dove (sabato 24 giugno alle ore 21.30) è prevista la cerimonia conclusiva dei DIG Awards con proclamazione dei vincitori delle sei categorie in concorso e assegnazione dei riconoscimenti ai migliori reportage e inchieste video dell’anno.
La rassegna riccionese è come sempre dedicata al giornalismo d’inchiesta internazionale e all’analisi di importanti questioni del mondo contemporaneo.
Powered by EPS