Logo Ordine dei Giornalisti Emilia-Romagna

Corsi e seminari per la formazione professionale continua e iniziative.

ENTRA >

Slider Primo Piano

Un nuovo anno d’impegno per l’Ordine. Ne difenderemo l’esistenza continuando a rivendicare la riforma della Legge. Rigore deontologico e formazione di qualità sono le nostre priorità. Il messaggio agli iscritti del Presidente dell’Odg regionale Giovanni Rossi

Cari colleghi,
questa è la mia seconda lettera annuale agli iscritti all’Ordine dell’Emilia-Romagna. Cercherò di essere sintetico per non impegnare troppo il vostro tempo, ma non posso non fare riferimento a quanto accade in questi mesi nel Paese, in un clima caratterizzato da insulti e minacce ai giornalisti e dal rilancio dell’ipotesi di abrogazione del nostro Ordine professionale come parte di un’azione che tende ad intimidire i giornalisti e ridurne l’autonomia professionale. L’Ordine ha risposto non con una semplice autodifesa dell’esistente, ma elaborando le linee guida di una possibile riforma che tocca, ora, alla politica, attraverso il Parlamento, trasformare in una vera legge di modifica delle norme risalenti, quasi tutte, al 1963. Un’era fa. Leggi tutto

Nonostante le innumerevoli difficoltà, varato il sito internet ilrestodelcasino.it. Il suo fondatore e direttore Roberto Botti ci consegna la “cronaca di un inviato nella lotta esistenziale per fare vivere il proprio giornale”

A integrazione del servizio dedicato a Il Resto del Casino (uscito su Giornalisti web l’8 novembre 2018), riceviamo e volentieri pubblichiamo questo nuovo testo del collega Roberto Botti, scritto dopo la recente rimessa online della testata satirica.

Sono bastati alcuni tecnici di computer inefficienti e arraffoni: due pc spariti con tutti i dati con cui potere impostare le prossime uscite del giornale, tempi interminabili di attesa, momenti di rabbia sfociati nel corso di mesi in vero e proprio furore. Nessuna uscita del giornale uguale nessun guadagno economico; nessun guadagno economico uguale la perdita dell’appartamento in affitto in cui vivevo. Leggi tutto

50 anni di Avvenire: il quotidiano con un grande Avvenire d’Italia dietro le spalle. Lo storica testata fondata da Giovanni Acquaderni ha raccontato vicende cruciali del nostro paese ma è stata anche un’importante “nave scuola” per giovani talenti del giornalismo. La testimonianza viva e commossa di Sergio Fantini

Quando ha iniziato a lavorare per L’Avvenire d’Italia era giovanissimo Sergio Fantini, aveva finito il liceo classico e si era appena iscritto a Giurisprudenza. Dopo aver fatto il correttore di bozze con entusiasmo, perché “significava leggere il giornale prima degli altri”, venne assunto come giornalista. Ha fatto parte della redazione fino al 1968, quando la storica pubblicazione è stata chiusa e dalle sue ceneri ha preso vita Avvenire. Leggi tutto

Cover Time 2018: persone dell’anno sono i giornalisti minacciati “guardiani della verità”

I prescelti del settimanale americano Time sono i “Guardians”, quattro giornalisti e un’intera redazione che quest’anno hanno contribuito a denunciare “la manipolazione e l’abuso della verità” nelle cronache di tutto il mondo. A loro è dedicata la copertina “persona dell’anno”.
Come ogni dicembre, il magazine Time ha annunciato la sua scelta per la “persona dell’anno”. La copertina 2018 è consacrata a un gruppo di giornalisti, definiti dal giornale “i guardiani”, impegnati nella “guerra per la verità”: colleghi minacciati, perseguitati incarcerati o addirittura uccisi per aver svolto il proprio lavoro. Leggi tutto

Le “invenzioni” affettive di Gianluca Nicoletti

Dopo aver raccontato in modo struggente come ha imparato a fare il padre di un bimbo autistico (Una notte ho sognato che parlavi), Nicoletti torna in libreria con un libro toccante dove si interroga sul destino del figlio Tommy quando rimarrà da solo. Alla fine qualcosa ci inventeremo è il titolo del volume, pubblicato da Mondadori, in cui si susseguono incessanti e accorate le domande del padre-scrittore.
Che ne sarà di Tommy domani? Chi se ne occuperà quando i genitori non avranno più le energie per camminargli accanto? Chi potrà arginare le ansie, le crisi di quell’omaccione-bambino dalla forza incontrollabile?

WAN-IFRA: editoria italiana e scenario internazionale

“L’equilibrio complesso: l’editoria italiana e internazionale di fronte a scenari in continua evoluzione”. Questo il tema della XVIII edizione di WAN-IFRA Italia, la Conferenza internazionale per l’industria dell’editoria e della stampa quotidiana promossa dall’Associazione Mondiale degli Editori e della Stampa quotidiana.
L’edizione 2015 di WAN-IFRA si svolgerà il 17 e 18 giugno a Bologna e porterà al centro dell’attenzione la pubblicità, i contenuti e i sistemi industriali dai quali, nonostante i problemi, continuano a transitare i fatturati.
Fra i temi affrontati il ruolo dell’app e il supporto alle attività editoriali, i rischi del digitale e la necessità di tutelare

Premio giornalistico “Maurizio Rampino”

C’è tempo fino al 5 giugno per partecipare alla nona edizione del Premio nazionale dedicato al giornalista salentino scomparso nel 2006.
Promosso dal Comune di Trepuzzi e dall’Associazione “Amici di Maurizio”, il concorso è organizzato in collaborazione con La Gazzetta del Mezzogiorno, con il patrocinio e il sostegno di Ordine nazionale dei giornalisti, Ordine giornalisti di Puglia, Coldiretti Lecce, Gal Valle Della Cupa, Unione dei Comuni del Nord Salento.
Il Premio ricorda la figura del giornalista prematuramente scomparso, “la sua indipendenza di giudizio, il suo coraggioso saper andare controcorrente

Premio giornalistico Gaspare Barbiellini Amidei

Ottava Edizione del concorso intitolato a Gaspare Barbiellini Amidei, riservato a giovani giornalisti professionisti, pubblicisti, praticanti, freelance e allievi delle scuole di giornalismo under 35 che si sono distinti nel raccontare l’Italia e l’Europa contemporanee con gli occhi di chi si affaccia alla professione. Le iscrizioni sono aperte fino al 15 giugno.
Il Premio 2015 è rivolto ai servizi pubblicati o trasmessi su testate italiane e della Svizzera italiana tra il 1° gennaio 2014 e il 15 giugno 2015 su “Sacra violenza: terrorismo, guerra, religione, dialogo e libertà”. La Giuria valuterà, il miglior articolo pubblicato su quotidiani, periodici e web

Rapporto Freedom House: “Le libertà traballano”

Ci sono nuovi campanelli d’allarme. Freedom House segnala che la condizione dei mass media nel mondo non è migliorata. Anzi, il tasso di libertà degli operatori giornalistici, nel corso del 2014, se non è diminuito ha mostrato segni di incertezza.
Censure, controlli, trappole e ostacoli di ogni tipo vengono frapposti all’esercizio della libertà di informazione. E spesso sono i governi, con leggi e provvedimenti amministrativi, a rendere più difficile il cammino delle notizie. Lo si vede con evidenza soprattutto nel mondo del web.
Secondo Jennifer Dunham, che ha curato il rapporto annuale: “I governi hanno usato le leggi per la sicurezza o l’antiterrorismo

Premio “Giornalisti del Mediterraneo”

Luogo di confronto culturale e di pace è il Mediterraneo.
La settima edizione del concorso internazionale “Giornalisti del Mediterraneo premia i migliori reportage sul terrorismo internazionale e la libertà di stampa.
Temi “sensibili” che possono essere occasione di confronto e dibattito critico, in un momento in cui l’informazione dovrebbe avere un ruolo più che mai vitale per la democrazia.
Le sezioni del premio corrispondono ai due filoni tematici proposti per i reportage.
I lavori dovranno essere inviati entro e non oltre il 30 maggio 2015.
Info e bando all’indirizzo internet www.giornalistidelmediterraneo.it.
Powered by Warp Theme Framework